Quantcast
giovedì 19 maggio - Aggiornato alle 08:01

Perugia, venerdì riapre la pasticceria Sandri. Schucani show alla presentazione

Carla Schucani e Francesco Ferretti (Foto F.Troccoli)

di Maurizio Troccoli

Non sarà stato amore a prima vista tra la storica proprietaria Carla Schucani e il giovane imprenditore Francesco Ferretti che ha sollevato le sorti della storica pasticceria del centro ‘Sandri’. Ma l’importante è che sia duraturo. D’altronde non è impresa semplice azzeccare i gusti di un fine ed esigente palato come quello della titolare che ha deliziato per decenni i più importanti personaggi storici che sono transitati dal capoluogo umbro.

FOTOGALLERY – VIDEO

La riapertura Da quando è nata la pasticceria, per la precisione dal 1860, da qui sono transitate figure come Curzio Malaparte, Riccardo Bacchetti, Erbert Von Karajan, re Gustavo di Svezia e ancora i più recenti Ernesto Galli Della Loggia e Mario Monti. Insomma una giornata storica per Perugia, quella di oggi che registra agli atti la riapertura del locale più rappresentativo del prestigio della città. A darne l’annuncio in forma ufficiale, davanti alla stampa e alle autorità cittadine, la storica gestrice, la signorina Carla Schucani che eredita cinque generazioni di pasticcieri che hanno iniettato dolcezza nel nervo profondo della cultura perugina e il giovane imprenditore «l’ingegnere delle mozzarelle», Francesco Ferretti.

VIDEO: SCHUCANI SHOW

La strana coppia Tra i due protagonisti di questo nuovo corso della pasticceria è andato in scena un duetto che ha comunicato un feeling più annunciato che di sostanza. Lui, gentile nei modi, saggio nelle parole (più dell’eta che ha – 31 anni ndr), paziente e autoironico nell’incassare battutine, non sprizzava entusiasmo nell’esprimere la consapevolezza che al suo fianco ci sarà una figura tosta: valida sul fronte del messaggio sulla qualità, ma che rappresenta anche una certa resistenza alle innovazioni, di cui il nuovo gestore pare volere essere un interprete a pieno. Lei «perplessa (così si è autodefinita)», vuole mettere alla prova la nuova idea di pasticceria, che al momento è solo auspicata. «Lo yogurt, che è il nuovo prodotto – ha detto non senza ficcante ironia, Carla Schucani – ancora non l’ho provato. Vedremo. Loro vengono dalla grande distribuzione ma dare a mangiare e a bere la gente è un’altra cosa – ha sottolineato Schucani -. Se non potrò scegliere io i prodotti da offrire dirò tutto subito alla stampa», ha aggiunto. Mentre rispondendo a una domanda sulle qualità del suo socio ha detto: «Fa un buon formaggio. Me per i miei gusti qualcosa migliorerei».

TUTTA LA VICENDA

La città A parte il disatteso duetto, l’apertura di Sandri ha suscitato un significativo interesse nella città. Dopo che i cittadini hanno affisso alle porte chiuse di Sandri, attestati di rabbia e di incredulità, oggi possono ritornare a gioire per la riapertura. La presidente Catiuscia Marini, presente all’appuntamento, ha manifestato una sincera gioia nel vedere le saracinesche aperte: «Parlo come cliente prima ancora che come presidente della Regione ha detto. Sono davvero felice e grata ai proprietari, per l’apertura di Sandri che ha un significato che va oltre gli aspetti commerciali ma che rappresenta un segno importante per il rilancio del centro storico. Faccio i migliori auguri a loro e a tutti i perugini». Sulla stessa linea Wladimiro Boccali: «spero che qualcuno si faccia da portavoce presso coloro che vengono informati solo delle cose negative che riguardano la città di Perugia (riferimento palese a Ernesto Galli della Loggia, che sul Corriere della sera attaccò in occasione della chiusura di Sandri, ndr) affinché anche loro possano scrivere una nuova pagina. Ringrazio Carla e Francesco Ferretti per la determinazione e per avere puntato tutto sulla qualità nel segno della tradizione della storica pasticceria».

Il calendario Sandri riaprirà al pubblico venerdì 28 marzo. Giovedì alle 17.30 ci sarà una anteprima riservata alla stampa e alle istituzioni, venerdì e sabato aperto normalmente e domenica alle 17.30 una torta speciale, una maxi Sacher – offerta alla città.

 

Una replica a “Perugia, venerdì riapre la pasticceria Sandri. Schucani show alla presentazione”

  1. Emanuele Righetti ha detto:

    Si calmi la Schucani che se non era per Ferretti aveva ancora la saracinesca abbassata!
    Oggi se non si ha il coraggio di innovare e diversificare sei tagliato fuori dal mercato.
    Alla gente non interessa niente se l’attività e’ del 1860 o del 2014 , non comprano da te solo perché “sei la storia”. La storia la crei giorno per giorno con i fatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.