lunedì 24 giugno - Aggiornato alle 23:31

Perugia-Bettolle, lungo il viadotto Genna nuovo cantiere in estate per risolvere i problemi

Ad annunciarlo l’assessore regionale alla viabilità Giuseppe Chianella: «Per gli automobilisti disagi ridotti al minimo»

Traffico lungo il Perugia-Bettolle (foto F.Troccoli)

Saranno definitivamente sistemati in estate i problemi del manto stradale del viadotto Genna, lungo il raccordo Perugia-Bettolle. Ad annunciarlo l’assessore regionale ai trasporti Giuseppe Chianella che giorni fa ha incontrato alcuni residenti della zona di Ferro di Cavallo. «Anas – spiega – ha riaperto al transito entrambe le corsie del viadotto Genna effettuando direttamente le minime manutenzioni necessarie in attesa che si definiscano i tempi tecnici del secondo bando di assegnazione dei lavori. Le opere saranno realizzate in estate e comunque fuori dal periodo scolastico quando i flussi automobilistici diminuiscono, così da ridurre al minimo i disagi per gli automobilisti».

I lavori Il viadotto, come altri lungo il raccordo, era stato oggetto recentemente di importanti lavori di consolidamento da parte di Anas che hanno riguardato in particolare le barriere, più moderne e sicure. I problemi poco dopo la chiusura del cantiere sono spuntati sul manto stradale, con tutta evidenza non rifatto a regola d’arte dall’azienda che aveva vinto l’appalto. «Da qui – continua Chianella – l’avvio di un contenzioso legale, il subentro di Anas all’impresa nel rifacimento dei lavori realizzati in difetto e la predisposizione di un nuovo appalto a cui hanno però risposto tre imprese mancanti dei requisiti richiesti».

Limitare i disagi «A oggi – ha concluso Chianella – sono stati eliminati gran parte dei disagi anche grazie alla interlocuzione costante tra Anas e Regione che non ha mai abbassato il livello di attenzione su una infrastruttura che rappresenta uno snodo fondamentale della viabilità non solo del capoluogo regionale. La vicenda del viadotto Genna di Perugia purtroppo non è dissimile da altre verificatesi a livello nazionale. La Regione continuerà a monitorare la situazione e metterà in atto tutte le azioni necessarie affinché si arrivi nel più breve tempo alla soluzione dei problemi ancora presenti. Continueremo a lavorare perché gli utenti della strada e soprattutto gli abitanti dei quartieri a ridosso dell’infrastruttura abbiano meno disagi possibili».

I commenti sono chiusi.