sabato 8 agosto - Aggiornato alle 17:13

Perugia-Bettolle, chiude per tre giorni tratto tra Piscille e Ponte San Giovanni

Prosegue h24 il cantiere Anas per il rifacimento dell’asfalto. Riapertura al traffico tra gli svincoli di Prepo e Piscille

Lavori lungo il raccordo Perugia-Bettolle

 

Riapre il tratto Prepo-Piscille ma chiude per 3 giorni quello tra Piscille e Ponte San Giovanni in direzione E45. Proseguono i cantieri sul raccordo Perugia-Bettolle con i lavori di risanamento profondo della pavimentazione avviati da Anas. Gli interventi consistono nella rimozione totale della vecchia pavimentazione, nel miglioramento degli strati di fondazione sottostante fino a circa 60 cm di profondità e nella realizzazione di un nuovo piano viabile con asfalto drenante, per un investimento complessivo di 12 milioni di euro.

I provvedimenti Dalla serata di venerdì 10 luglio sarà riaperto il tratto della carreggiata in direzione Ponte San Giovanni tra gli svincoli di Prepo e Piscille, dove attualmente si transita a doppio senso in carreggiata opposta. Contestualmente, per consentire il completamento dell’intero tratto fino all’innesto sulla E45 in località Ponte San Giovanni, sarà necessaria la chiusura del tratto compreso tra Piscille e Ponte San Giovanni, con deviazione del traffico sulla viabilità secondaria. Nel dettaglio, i veicoli in direzione Ponte San Giovanni/E45 saranno deviati con uscita obbligatoria allo svincolo di Piscille, per proseguire sulla ex SS75bis e sulla strada dei Loggi ed immettersi sulla E45 utilizzando lo svincolo di Balanzano. Al fine di contenere i disagi al traffico, la chiusura sarà disposta a partire dalla notte di venerdì prossimo, 10 luglio, fino a lunedì 13 luglio, compatibilmente con l’avanzamento dei lavori. Nella serata di lunedì 13 luglio sarà quindi riaperto l’intero tratto risanato e i lavori proseguiranno sulla rampa di immissione sulla E45 in direzione Roma, che sarà chiusa per circa una settimana per il traffico proveniente da Bettolle.

Lavori anche di notte L’avvio dei cantieri, inizialmente previsto per metà giugno, è stato anticipato di circa un mese in accordo con gli Enti locali in considerazione del calo del traffico dovuto alla chiusura delle scuole per l’emergenza Covid. Inoltre, per ridurre al minimo la durata complessiva dell’intervento e contenere i disagi al traffico, i cantieri sono operativi 24 ore su 24 e organizzati in brevi fasi successive. L’ultimazione è prevista a settembre.

I commenti sono chiusi.