lunedì 5 dicembre - Aggiornato alle 01:30

Perugia, bacio gay tra le ‘Sentinelle in piedi’: indagato per disturbo della quiete pubblica

Il bacio tra le 'Sentinelle in piedi'  (Foto da Facebook)
Il bacio tra le 'Sentinelle in piedi' (Foto da Facebook)

di Ivano Porfiri

Si è visto notificare un avviso di conclusione delle indagini per un bacio con il suo attuale marito durante una manifestazione delle ‘Sentinelle in piedi’. Stefano Bucaioni, attivista perugino di Omphalos-Arcigay, ha scritto su Facebook la sua indignazione.

Veglia delle Sentinelle L’episodio incriminato risale allo scorso 29 marzo durante una “veglia” delle cosiddette ‘Sentille in piedi‘. Si tratta di una forma di «resistenza di cittadini che vigila su quanto accade nella società e sulle azioni di chi legifera denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà. La nostra – spiegano – è una rete apartitica e aconfessionale: con noi vegliano donne, uomini, bambini, anziani, operai, avvocati, insegnanti, impiegati, cattolici, musulmani, ortodossi, persone di qualunque orientamento sessuale, perché la libertà d’espressione non ha religione o appartenenza politica, ci riguarda tutti e ci interessa tutti». Così, in particolare, definiscono le loro manifestazioni: «Ritti, silenti e fermi vegliamo per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna». Proprio questo li fa essere oggetto di contestazioni da parte, ad esempio, dei movimenti per i diritti civili delle coppie omosessuali.

I fatti Durante la Veglia del 29 marzo, dunque, Stefano e il suo compagno, insieme ad altri, pur non essendo autorizzati a manifestare, si portano tra le Sentinelle e manifestano il loro dissenso baciandosi. «Abbiamo semplicemente voluto manifestare il nostro amore – spiega a Umbria24 -. A quel punto un poliziotto in borghese mi ha chiesto i documenti, che io ho fornito. Poi niente fino a oggi, quando mi è stato notificato questo atto». Si tratta di un avviso di conclusione delle indagini per la violazione dell’articolo 659 del codice penale, quindi per «disturbo della quiete pubblica».

«Vi seppelliremo di baci» Stefano non è preoccupato per le conseguenze legali, ma per il gesto in sé, come spiega su Facebook: «Ricapitolando. Secondo il Ministro degli Interni il matrimonio con il mio compagno non è conforme alla legge italiana (si sono sposati a Londra il 4 settembre scorso, ndr). Secondo la Procura della Repubblica, che oggi mi ha notificato l’atto di conclusione delle indagini preliminari, il bacio con mio marito durante la manifestazione delle Sentinelle in Piedi è disturbo della quiete pubblica. Insomma, il nostro amore è illegale, le nostre famiglie sono illegali, addirittura i nostri baci sono illegali. Alle volte mi chiedo perché sono tornato in Italia… Ma in giornate come questa le risposte sono fin troppo chiare. Vi seppelliremo di amore e di baci».

  • Ma qua siamo al delirio!

  • StandbyForTitanfall

    Ma il disturbo all’intelligenza umana delle Sentinelle in Piedi non rompe a nessuno?

  • Angelo Fracesco Maggioni

    dunque anche tutti gli etero che si baciano ore davanti alla fermata di un bus o in spiaggia ecc formano una manifestazione non autorizzata con relativo disturbo della quiete pubblica vero?

  • Divina Kanza

    dio santo! che st’estate ho pure visto una coppietta che trombava allegramente vicino a dei bambini che giocavano… mica il bagnino ha detto loro nulla, eppure ho letto che due ragazze che si sono date un bacio a stampo sono state cacciate da uno stabilimento… ma che mondo é?

  • lol

    Io vivo a perugia da 2 anni e mezzo.. e vedo gente poco raccomandabile in giro. uomini che infastidiscono le ragazze nella zona universitaria, gente che ruba cellulari dalle mani, poveracci che entrano nei cassonetti spostandoli in giro per corso garibaldi, spacciatori girare all’aria aperta e di giorno, uomini dalla dubbia salute mentale che urlano vagando per il centro, gente che sta TUTTO il giorno seduta nelle scalette e ti guarda male quando passi, più di una volta ho visto questi litigare fa loro, urlare e picchiarsi, una volta addirittura hanno offeso ed alzato la voce violentemente con una signora che tentava di calmare la “rissa”, ho visto porte di case forzate e siringhe nel prato di parchi e giardini (tanto da aver paura a camminare o a sedersi), per non parlare dei truffatori in centro che ti fermano ogni 10 passi per fregarti dei soldi raccontandoti storielle o quelli che devono “fare il biglietto del treno” o “comprare le sigarette”
    Ho paura ad uscire la notte, di andare per corso Garibaldi (dove abitavo) per i vicoli,per il parcheggio di piazzale europa (dove un anno fa è stata accoltellata una donna), ho timore di questa città, e non capisco perchè da due anni e mezzo a questa parte non sia cambiato nulla e non capisco perchè queste persone non vengano accusate di disturbo della quiete pubblica, mentre due persone che si baciano per protesta invece si…

  • lol

    Per questo motivo viene da chiedermi: “Allora il problema è un bacio”.. e quindi rispondo “siete sessualmente repressi”

  • Giulio Riggio

    il disturbo della quiete lo fanno le sentinelle in piedi che con le loro sciocchezze cercano di mettere zizzania all’interno delle famiglie, tra padri e figli gay , tra fratelli e sorelle gay , tra cugini, tra nipoti e zii ,,,,,,,,, i veri nemici della famiglia sono proprio le sentinelle in piedi ma loro non riescono proprio a capirlo………

  • フィレヤ

    Quando sono con la mia ragazza ci scambiamo spesso un bacio a stampo in mezzo alla città. Venite pure a denunciarmI!

  • Franz Rizzi

    “Chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti
    sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non impedendo
    strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone,
    ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, è punito
    con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 309 euro .”

    È impossibile che lo indaghino per “dusturbo della quiete pubblica” per
    un bacio, si riferiranno a schiamazzi prima/dopo (non che sia meno
    peggio, ma insomma).

  • Guido Schiesari

    Non sono quelli i baci e le carezze che vogliamo, ad ognuno i suoi.

  • Perugina

    E’ davvero sconcertante come l’associazione Omphalos e chi ne fa parte sappia distorcere la realtà. Io ero alla manifestazione, dunque chiariamo un paio di cose.
    Anzitutto la manifestazione delle Sentinelle in Piedi si oppone principalmente al DDL Scalfarotto che introduce il reato di opinione; è vero che nel ddl è contenuto un emendamento in cui si precisa che non è punibile esprimere un’opinione, ma “purchè non istighi all’odio”…e mi pare che già ora che non c’è la legge, le Sentinelle in Piedi vengano odiate per il solo fatto di difendere i valori della famiglia naturale (vedi episodi di violenza a Bologna, Napoli, etc…). Figuriamoci un giudice che deve interpretare la norma. Detto questo:
    1) Nella veglia del 29 marzo, questi soggetti non si sono limitati al bacio, ma hanno disturbato una manifestazione pacifica. Hanno urlato in faccia anche davanti a ragazzi minorenni “fascista”!
    2) Stupisce questo senso di vittimismo da parte di questi soggetti, quando da altre parti d’Italia le persone, persino donne con bambini, siano state aggredite e picchiate drante la manifestazione.
    3) Le Sentinelle in piedi non sono contro le persone omosessuali, tanto è vero che alcune persone omosessuali manifestino insieme alle Sentinelle, proprio perchè credono nella famiglia naturale.
    4) Non è vero che il riconoscimento delle famiglie omogenitoriali è ininfluente, perchè già le risorse he lo Stato può destinare alla famiglia naturale (vogliamo chiamarla così?) sono esigue, figuriamoci se introduciamo nuove forme di famiglia (per me non legittime) nella torta dei finanziamenti.
    5) Non è legittimo introdurre nelle scuole d’infanzia letture di stampo omosessuale, nessuno vi impedisce di leggerle a casa ai vostri figli, ma non avete il diritto di imporle ai nostri figli.
    6) Se passa il DDL Scalfarotto, quando c’è un concorso pubblico una graduatoria dovremo aspettarci migliaia di ricorsi perchè se non vengno ammesse persone omosessuali c’è i reato di omofobia?
    Come vedete, le questioni sono varie e importanti.

  • Perugina

    E’ davvero sconcertante come l’associazione Omphalos e chi ne fa parte
    sappia distorcere la realtà. Io ero alla manifestazione, dunque
    chiariamo un paio di cose.
    Anzitutto la manifestazione delle
    Sentinelle in Piedi si oppone principalmente al DDL Scalfarotto che
    introduce il reato di opinione; è vero che nel ddl è contenuto un
    emendamento in cui si precisa che non è punibile esprimere un’opinione,
    ma “purchè non istighi all’odio”…e mi pare che già ora che non c’è la
    legge, le Sentinelle in Piedi vengano odiate per il solo fatto di
    difendere i valori della famiglia naturale (vedi episodi di violenza a
    Bologna, Napoli, etc…). Figuriamoci un giudice che deve interpretare
    la norma. Detto questo:
    1) Nella veglia del 29 marzo, questi soggetti
    non si sono limitati al bacio, ma hanno disturbato una manifestazione
    pacifica. Hanno urlato in faccia anche davanti a ragazzi minorenni
    “fascista”!
    2) Stupisce questo senso di vittimismo da parte di questi
    soggetti, quando da altre parti d’Italia le persone, persino donne con
    bambini, siano state aggredite e picchiate drante la manifestazione.
    3)
    Le Sentinelle in piedi non sono contro le persone omosessuali, tanto è
    vero che alcune persone omosessuali manifestino insieme alle Sentinelle,
    proprio perchè credono nella famiglia naturale.
    4) Non è vero che il
    riconoscimento delle famiglie omogenitoriali è ininfluente, perchè già
    le risorse he lo Stato può destinare alla famiglia naturale (vogliamo
    chiamarla così?) sono esigue, figuriamoci se introduciamo nuove forme di
    famiglia (per me non legittime) nella torta dei finanziamenti.
    5)
    Non è legittimo introdurre nelle scuole d’infanzia letture di stampo
    omosessuale, nessuno vi impedisce di leggerle a casa ai vostri figli, ma
    non avete il diritto di imporle ai nostri figli.
    6) Se passa il DDL
    Scalfarotto, quando c’è un concorso pubblico una graduatoria dovremo
    aspettarci migliaia di ricorsi perchè se non vengno ammesse persone
    omosessuali c’è i reato di omofobia?
    Come vedete, le questioni sono varie e importanti.

  • Perugina

    Oltretutto l’associazione Omphalos sostiene che i passanti erano schifati della manifestazione delle Sentinelle…ma non hanno visto che chi passava si è iscritto e molti i sono uniti alla manifestazione? Mentono supudoratamente o vogliono vedere solo quello che fa loro comodo?

  • Gianluca

    Tra i punti da lei evidenziati quello più imbarazzante e’ il n. 5: Mi spieghi una cosa se in questo paese non c’è equità di diritti e doveri perché noi dovremmo continuare a finaziare attraverso le tasse che paghiamo le sovvenzioni per le famiglie quando a noi viene negato il diritto di avere una famiglia?

  • trick_no_treat

    In Italia esiste anche il reato di apologia di fascismo, eppure sono sessant’anni che a liberi cittadini italiani viene permesso di manifestare tale retrograda opinione. In qualche caso l’ideologia fascista viene ancora passata di generazione in generazione e nessuno ha mai vietato a genitori fascisti di imprimere tale educazione anticostituzionale ai propri figli.
    Ecco per quale motivo mi domando cosa mai debbano temere questi stoici difensori della famiglia “normale”. Le cose non cambieranno MAI, soprattutto per voi: potrete continuare a diseducare o educare i vostri figli nella maniera che riterrete più idonea e nessuno ve lo impedirà.
    E se i vostri figli dovessero venire a conoscenza di qualcosa che non vi garba nell’ambito scolastico, potrete semplicemente proseguire il percorso didattico italiano degli ultimi sessant’anni: “Non dare retta alla maestra, perché papà ha sempre ragione”.

  • Andrea Maggi

    perugina,il ddl è pericoloso,non è vero che si può esprimere una opinione se lei affermasse in pubblico che la famiglia è composta solo da uomo donna,che certamente non è istigazione all’odio, ma verrebbe condannata a 6.000 euro di multa oppure a 18 mesi di carcere,nelll’applicare la legge mancino il giudice è autonomo per la condanna, col ddl scalfarotto no il giudice è obbligato a applicare direttamente la pena,cosa assurda

  • peppe

    Fascisti fascisti fasciti! Ma più che fascisti ignoranti e razzisti.

  • Suplu Ruva

    ci sono cittadini di seria A e altri di serie B . Se nasci in serie B meglio che espatri.

  • Perugina

    Forse si riferiva al punto 4).
    Vede, la famiglia è data dall’unione di uomo e donna, che potenzialmente (se non esistono patologie) può generare la vita. Le coppie omosessuali invece – come sa bene – per avere figli devono ricorrere SEMPRE all’utero in affitto o a un donatore perché “naturalmente” non riescono a farlo. Rigiriamo la domanda: perché noi dovremmo finanziare voi che non siete famiglia?
    Piuttosto, se il punto 4 è il più imbarazzante, trova gli altri punti meno imbarazzanti? O forse sono imbarazzanti per voi? Tipo il fatto che la Omphalos ha dichiarato il falso, quando ha affermato che i contromanifestanti non hanno disturbato? Perché gridare FASCISTI I VOSTRI FIGLI VE DEVONO MENA’ non è né disturbo né offesa, vero? CI SONO LE REGISTRAZIONI, VERGOGNA, ABBIATE IL CORAGGIO DELLE VOSTRE AZIONI!!!!!!!!!!!!

  • Perugina

    Ma ci rendiamo conto delle dichiarazioni della Omphalos? I contromanifestanti non hanno disturbato? Perché gridare FASCISTI I VOSTRI FIGLI VE DEVONO MENA’ non è né disturbo né offesa, vero?
    CI SONO LE REGISTRAZIONI, VERGOGNA, ABBIATE IL CORAGGIO DELLE VOSTRE AZIONI!!!!!!!!!!!!

  • Perugina

    Infatti è per queso che le Sentinelle manifestano. Introdurre una legge che vieta l’opinione sarebbe dittatura!

  • swal hal

    Oramai è pacifico ammettere che siete dalla parte sbagliata della storia. Il mondo civile lo sta capendo. E basta essere solo un po’ informati per sapere che anno dopo anno sempre più persone e sempre più paesi lo stanno capendo.
    A me non interessa se il figlio tuo e del tuo partner sono frutto dei vostri lombi o meno. Quello che conta è che un bambino come tutti gli altri. Così come lo sono i suoi genitori indipendentemente dagli organi genitali che hanno tra le gambe.
    Designare una parte di cittadini come immeritevoli dei bonus famiglia sulla base di questo è pura e discriminazione. Oramai anche l’italia, l’ULTIMA tra i paesi dell’europa occidentale, si appresta a riconoscere dove si sta dirigendo il resto del mondo civile.
    Lei si può adeguare e iniziare a riconoscere altri cittadini italiani come persone alla pari (ripeto, indipentemente dalla sua ossessione martellante per i genitali che albergano tra le loro coscie) oppure se le da così fastidio può benissimo emigrare in quei paesi dove ancora si ha la sua mentalità. Spero che si trovi bene nell’avanzata e libera Russia, o Cina o magari in qualche savana africana dove potrà finalmente tirare un sospiro di sollievo perchè starà con gente al suo livello di sviluppo nelle libertà civili.

  • Giacomo Riviello

    quello che mi domando è: di cosa avere paura?? Stai mistificando la realtà.. dubito realmente che siano stati presi come fascisti dei minorenni ( anche se ce ne sono, ed è preoccupante)… dubito fortemente che siano stati addirittura picchiati ( gli unici casi di “aggressione” sono stati commessi nei confronti di militanti di forza nuova e non nei confronti di donne e bambini) … ma cosa volete??? spero tanto che tuo figlio non cresca nella repressione… di non poter manifestare quel che è… di non poter essere quel che è, perchè secondo la tua distorta opinione… non potrebbe sposarsi… altrimenti le finanze dello stato cadrebbero ( perchè secondo la tua logica… c’è un numero prestabilito di gente che può sposarsi)… quindi resterebbe nelle braccia di mammà, almeno che non si sposi una bella fanciulla, che cornifica ogni sera, dato che dovrà cmq dar sfogo a se stesso… Mi fa ridere quando sento dire: non siamo contro gli omosessuali… e allora contro chi siete? se negate loro di vivere, di poter formare una famiglia, di poter essere quel che sono… allora siete contro di loro! E sopratutto…come si può passare dal DDL Scalfarotto ai concorsi pubblici? avete una fantasia da brividi!!! Fidati, nulla vi viene tolto, ma manifestare per aver l’opportunità di denigrare e limitare la libertà altrui, e una delle cose più ignobili che ho visto in questo Stato!

  • Giacomo Riviello

    Secondo la tua opinione, una famiglia è posta in essere solo se genera prole… è quanto di più falso… Il diritto al matrimonio o alle unioni civili, genera diritti e doveri tra i coniugi, e solo questo. Se vi è assenza di prole, non si disintegra una famiglia. Ci son tante coppie che: non vogliono figli, non possono averne, hanno figli con altri partner! Ma qui non si parla di bambini o di figli.. si parla di unioni… di far in modo che possano nascere diritti e doveri in una coppia che decide di voler vivere insieme, avere una cosa ed essere riconosciuta dallo stato. Per quanto riguarda l’ultimo punto… fidati voi fate di peggio.. ma vi è concesso purtroppo!