sabato 8 agosto - Aggiornato alle 00:24

Perugia, asili e infanzia: cambia il regolamento per l’accesso, le novità

Punti per chi è in lista d’attesa, per chi aspetta un altro figlio e peso maggiore dato a chi non ha contratti di lavoro stabili

Un asilo

Un punteggio per chi era presente nella lista d’attesa anche l’anno precedente così come per chi è in attesa di un altro figlio; e poi punteggi più alti per i genitori studenti, per chi è volontario del servizio civile o per chi ha contratti di lavoro non stabili (dai co.co.co. agli interinali). Sono queste le novità più importanti relative alla delibera con cui mercoledì la giunta comunale di Perugia ha modificato il regolamento per l’accesso ai servizi socio educativi per la prima infanzia; un atto attraverso il quale viene accolta la proposta fatta dal consigliere di Progetto Perugia Nicola Volpi attraverso un ordine del giorno approvato a dicembre.

Le modifiche «Abbiamo accolto con favore la proposta – ha commentato il vicesindaco Gianluca Tuteri – perché la stessa consente di migliorare un servizio che già oggi rappresenta un’eccellenza per la città di Perugia. Ciò va in linea con quanto preannunciato da sindaco e giunta in sede di illustrazione delle linee di mandato, ossia l’impegno a rafforzare i servizi per minori, mantenendo alta la qualità e l’equità. Peraltro le modifiche consentono di rimodulare il testo, piuttosto datato, del Regolamento, aggiornandolo alle nuove e rinnovate esigenze dell’utenza così da tutelare le categorie più bisognose».

I commenti sono chiusi.