mercoledì 21 novembre - Aggiornato alle 18:15

Perugia, arriva la terza ecoisola: ecco la mappa di tutte e 10 e come funziona. «Tolleranza zero per i furbi»

Struttura inaugurata a Elce giovedì, entro fine mese anche in Leonardo da Vinci, via Checchi e al cva Rimbocchi

La nuova ecoisola

Si trova a Elce, in via delle Sorgenti, la terza ecoisola informatizzata installata da Gesenu e Comune di Perugia. La struttura è stata inaugurata giovedì dal vice sindaco Urbano Barelli, dall’ingegnere Massimo Pera di Gesenu e dal dirigente dell’Auri Stefano Nodessi, e va a integrare la raccolta porta a porta in fase di espansione. Qui l’utente utilizzando la tessera sanitaria dell’intestatario Tari potrà buttare rifiuti organici, plastica e metalli, carta e cartone e secco residuo. Le ecoisole tracciano tutti i conferimenti e inviano i dati al sistema di controllo che monitora i tassi di riempimento dei quattro contenitori, che quindi vengono svuotati soltanto quando pieni conseguendo economie nei costi di raccolta. Ulteriori tre ecoisole saranno installate entro fine mese presso via Leonardo da Vinci, via Checchi e al cva Rimbocchi, mentre due sono state già impiantate a Case Bruciate e in via Campo di Marte.

LE DIECI ECOISOLE: MAPPA

IL NUOVO SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

EVASIONE, IN ARRIVO BOLLETTE PER 3 MILIONI

I numeri In tutto ne sono previste 10 e le ultime 4 arriveranno dopo la fine di ottobre. Gesenu giudica «particolarmente significativi» i dati dei conferimenti dal 30 agosto a oggi: 430 a Case Bruciate da 100 utenze e 112 in via Campo di Marte da 33 utenze, con una differenziata al 76%. Per quanto riguarda il nuovo sistema porta a porta nella cosiddetta città compatta, da lunedì è partita la distribuzione dei contenitori a Ferro di Cavallo, Madonna Alta e nell’area di via Settevalli, dove il servizio entrerà in funzione il 22 ottobre e dove arriveranno le ultime 4 isole. Per far fronte alle richieste arrivate a Comune e Gesenu, verranno poi installati (prioritariamente intorno alle fermate dei bus e nei luoghi di aggregazione) altri 50 cestini gettacarte, che serviranno anche per le deiezioni di cani o per altri piccoli rifiuti.

ARRIVANO I NUOVI MASTELLI IN TRE ZONE

VETRO, MAPPA DELLE 132 NUOVE CAMPANE

Tolleranza zero Barelli si dice soddisfatto per l’andamento di questa prima fase promettendo «tolleranza zero» per chi non rispetta le regole: «Con le fototrappole e le telecamere che anche l’Auri mette a disposizione e con il lavoro delle sentinelle ambientali –ha aggiunto- chi abbandona i rifiuti sarà individuato con sicurezza e presto e inevitabilmente scatteranno le sanzioni. Ricordo anche –ha concluso- che questo è un ulteriore passo verso la tariffa puntuale, ovvero una riduzione della tariffa stessa per chi differenzia meglio, nella consapevolezza che il rifiuto è da considerarsi una risorsa, come l’Europa ci insegna».

I commenti sono chiusi.