Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 25 maggio - Aggiornato alle 11:46

Ottica e optometria, il corso di laurea Unipg debutta a Terni con un workshop

Già diversi studenti lavoratori iscritti, ateneo pronto a ogni esigenza

Ophthalmologist, Eye Exam, Human Eye, Illness, Research

Al via con un workshop nella sede di Pentima (a Terni) dell’Università degli studi di Perugia il Corso di laurea triennale in Ottica ed Optometria al debutto nell’anno accademico 2021/2022. Si è trattato – spiegano dal polo scientifico e didattico della Conca – di un’occasione di confronto tra i docenti del corso e gli stakeholder del territorio dalle cui richieste, in seguito ad incontro con realtà locali comprese le istituzioni, lo scorso anno è partito il processo di attivazione su Terni di un nuovo corso di laurea con caratteristiche di originalità e rispondenza alle esigenze del territorio.

VAI AL VIDEO

Unipg Daniele Fioretto, direttore del dipartimento di Fisica e Geologia, a cui il corso fa capo, ha introdotto i lavori, a cui hanno partecipato tra gli altri il direttore della Scuola di Specializzazione in Oftalmologia, Carlo Cagini, il direttore del dipartimento di Matematica e Informatica, Massimo Giulietti – che sarà anche tra i docenti del corso – e a cui hanno dato il proprio anche sostegno il direttore del dipartimento di medicina e chirurgia, Vincenzo Nicola Talesa, il direttore del polo scientifico didattico di Terni, Brancorsini e il delegato del rettore per la didattica, Emiliani. Dagli interventi di Stefano Lorè docente di ottica e optometria di Roma, che ha partecipato in modo attivo alla costituzione del corso, e da quelli di Assunta Divizio, Presidente della Società Optometrica Italiana, del presidente nazionale di Federottica, Andrea Afragoli, e del direttore della struttura complessa di oculistica dell’azienda ospedaliera santa Maria di Terni, Enrico Poddi, è emersa l’importanza della creazione di figure come l’ottico optomentrista che lavoreranno a contatto con chi si occupa di professioni sanitarie. Importante rilievo infatti è stato dato al proficuo rapporto instaurato tra il dipartimento di fisica e quello di medicina – che rappresenta una parte rilevante della didattica e del lavoro che i futuri tecnici andranno ad affrontare per gli aspetti legati alle varie patologie.

Ottica e optometria Questo corso, nato condividendo il progetto in piena sinergia con le associazioni di categoria si avvale anche delle docenze di professori a contratto che vivono la professione dando al corso quell’impronta professionalizzante tanto richiesta dal mercato del lavoro. Come confermato nel corso del workshop da Ulrico Dragoni, imprenditore del settore dell’ottica, le aziende hanno una grande necessità di personale adatto, formato, laureato a cui offrire un posto di lavoro sicuro non solo nel terziario ma anche negli ospedali, nelle aziende produttrici di lenti e strumenti e anche nel settore dell’oftalmica, dove la richiesta di tecnici è notevole specie nei grandi gruppi che maggiormente subiscono la mancanza di questi professionisti. «Sono già giunte varie iscrizioni da studenti lavoratori – sottolinea prof Fioretto, facendo poi riferimento anche alla teledidattica che sarà mantenuta anche in questo anno accademico. Si tratta quindi – prosegue il professore – di un anno particolarmente favorevole non solo per i neodiplomati ma anche per chi, già diplomato e magari già impiegato, vorrà migliorare la propria formazione. Stiamo infatti lavorando per adattare la didattica a chi ha queste esigenze e vuole intraprendere il percorso che lo porterà alla Laurea».

I commenti sono chiusi.