Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 15 aprile - Aggiornato alle 00:12

Covid-19, all’ospedale di Terni 11 nuovi anestesisti e Pasticci al vertice di Malattie infettive

Piano di stabilizzazioni e assunzioni, ecco la pensilina per l’accoglienza di pazienti e familiari con il contributo della Fondazione Carit

 Tra emergenza Covid-19 e l’annoso problema della carenza di anestesisti, lospedale Santa Maria di Terni, nell’ottica del miglioramento delle condizioni del personale sanitario equindi dei pazienti, prosegue il piano di assunzioni e stabilizzazioni.

Terni Sono 11 gli anestesisti nuovi assunti all’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. Hanno infatti superato il concorso effettuato nella odierna mattinata bandito dal Santa Maria. Nel dettaglio, in 4 passeranno a tempo indeterminato, visto che risultano già in servizio con incarico a tempo determinato. Per i restanti 7, l’assunzione è prevista non appena saranno espletati tutti gli adempimenti previsti per l’assunzione. I nuovi anestesisti riempiono dunque un importante posto, prezioso ulteriormente specie in questo periodo di pandemia. Ma non è l’unica nocità che arriva da Colle Obito: dal 15 al 28 febbraio hanno preso servizio a tempo indeterminato un dirigente medico di Ginecologia e Ostetricia; è stato assunto con mobilità diretta l’ingegnere Gianluca Bandini, responsabile facente funzione della Struttura complessa  Tecnico Patrimoniale; sono stati assunti a tempo determinato per emergenza Covid 4 tecnici di laboratorio,  mentre altri 3 sono in corso di assunzione; dal primo marzo prende servizio a tempo indeterminato 1 dirigente medico di Otorinolaringoiatria; il 2 marzo prendono servizio a tempo determinato 1 dirigente medico di Medicina legale e 1 di Medicina nucleare.

Malattie infettive Sempre dal primo marzo prende servizio il direttore della Struttura complessa a apicalità universitaria di Clinica per Malattie infettive la professoressa Maria Bruna Pasticci. Ancora dal primo marzo 9 medici di Area Covid vengono assunti a tempo determinato fino al 31 dicembre 2021, mentre per altri 4 sono in corso le procedure di assunzione allo stesso titolo. Dal primo aprile sarà stabilizzato a tempo indeterminato 1 dirigente di Malattie infettive. Intanto sono in corso di reclutamento, per emergenza Covid, ulteriori unità di personale sanitario, attingendo dagli elenchi messi a disposizione dalla Protezione civile. Sono infine in corso le procedure di assunzione a tempo indeterminato 2 fisioterapisti e di 1 dirigente medico cardiochirurgo.

rimo giorno per Maria Bruna Pasticci La professoressa Pasticci subentra al dottor Michele Palumbo, a capo di Malattie Infettive come facente funzione da oltre un anno. Questa mattina, per l’occasione, la direzione del Santa Maria ha organizzato una breve cerimonia con il passaggio di consegne tra il dottor Palumbo e la professoressa Pasticci. Il dottor Palumbo ha simbolicamente consegnato nelle mani della nuova direttrice la targa della Stella d’Oro, che l’Azienda Ospedaliera ha ricevuto dal Comune di Terni e dalla Pro Loco di Miranda nel dicembre scorso come riconoscimento per il lavoro degli operatori sanitari durante la pandemia. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre alla professoressa Pasticci e al dottor Palumbo, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Pasquale Chiarelli, il direttore sanitario Sandro Vendetti e la dottoressa Cinzia Di Giuli di Malattie Infettive.

Pensilina «La professoressa Pasticci – hanno dichiarato il direttore generale Chiarelli e il direttore sanitario Vendetti – trova una squadra molto coesa e con grandi professionalità, e siamo certi che proseguirà lungo queste direttive. A causa della pandemia, la struttura complessa di Malattie Infettive ha dovuto potenziare la propria capacità dei servizi: su questo fronte la direzione è intenzionata a procedere verso un percorso di stabilizzazione del personale». Da questo punto di vista, dal primo aprile la dottoressa Lavinia Maria Saraca verrà assunta a tempo indeterminato. La cerimonia è stata anche occasione per l’inaugurazione della nuova pensilina realizzata all’ingresso del reparto Malattie Infettive. Si tratta di una nuova struttura in acciaio che permetterà un migliore servizio di accoglienza per i pazienti e per i famigliari, in particolare in questo periodo condizionato dalla necessità del distanziamento sociale. A presentare i lavori erano presenti il direttore dei lavori l’ingegnere Gianni Fabrizi, e il responsabile dell’Ufficio tecnico l’ingegnere Gianluca Bandini. La struttura, dal valore di 30mila euro, è stata realizzata con il contributo anche della Fondazione Carit. Il 25 gennaio scorso, come noto, era stata inaugurata la nuova pensilina del Pronto Soccorso, realizzata anche in questo caso con il contributo della stessa Fondazione Carit.

I commenti sono chiusi.