Quantcast
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 04:03

Orvieto, Ri-generare la città: summer school nazionale di Legacoopsociali

Al via dal prossimo 23 giugno la tre giorni rivolta al mondo della cooperazione sociale dedicata al tema della ri-generazione come opportunità per ripensare la città integrando urbanistica, politiche di welfare e sviluppo locale. La ‘Summer school di Legacoopsociali si terrà a Orvieto e vuole offrire ai partecipanti gli strumenti per leggere il contesto in cui operano e costruire nuovi percorsi imprenditoriali e comunitari.

Gli effetti della crisi «I cambiamenti che stanno trasformando la città – spiegano da Legacoopsociali – non riguardano solamente la dimensione urbanistica e architettonica, ma interessano anche la dimensione sociale ed economica. È diminuito il numero degli occupati ed è aumentato in modo significativo quello dei disoccupati, in particolar modo tra i giovani, sono aumentate le diseguaglianze ed è cresciuto il numero delle famiglie che vive in condizioni disagiate, povere o a rischio di povertà. In questo contesto il lavoro, la casa, l’educazione, la salute, il cibo sono divenuti bisogni primari che attraversano la città e condizionano la vita di milioni di persone, italiane e straniere».

Legacoopsociali Il meeting sarà dunque incentrato sulla crisi che ha generato grandi trasformazioni, spazi vuoti, edifici inutilizzati, dismessi o abbandonati, aree di degrado e consistenti processi di spopolamento da parte delle famiglie residenti. In questo contesto Legacoopsociali ritiene prioritario Ri-generare la città attraverso strumenti capaci di valorizzare le risorse presenti nella comunità: «La cooperazione sociale può svolgere un importante ruolo in questo processo contribuendo a rendere la città del futuro più equa, inclusiva e sostenibile».

Summer school Ad aprire la due giorni saranno la presidente nazionale di Legacoopsociali Paola Menetti  e il responsabile area ricerche Andrea Bernardoni che con Luca Fazzi, Professore Ordinario Università Trento si occupa del coordinamento scientifico dell’evento. Dopo l’apertura sarà presentato il Rapporto ‘Sbilanciamo le città’, in collaborazione con Sbilanciamoci. Tra i docenti universitari intervengono: Mario Pianta dell’Università di Urbino, Alessandro Bruni dell’Inu Umbria (Istituto nazionale di Urbanistica e Giulia Marra di Labsus, Politecnico di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.