Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 27 novembre - Aggiornato alle 00:05

Ora c’è la prova inconfutabile: l’orso marsicano è tornato sui Sibillini

Un esemplare ripreso dalla guida ambientale Filippo Monachesi. «L’orso si è alzato due volte sulle zampe posteriori per valutare la situazione»

Ora c’è la prova inconfutabile, anche se anche il video girato alla fine della scorsa primavera a Leonessa, già provincia di Rieti, ma al confine con l’Umbria, non lasciava dubbi. Sabato la guida ambientale Filippo Monachesi, durante un sopralluogo all’interno del Parco nazionale dei Sibillini, si è imbattuta in un orso marsicano.

VIDEO UNICO: ORSO MARSICANO NEI SIBILLINI

Orso marsicano è tornato sui Sibillini Da oltre 10 anni, precisamente dal 2010, mancavano avvistamenti del grande mammifero all’interno del Parco di Umbria e Marche, ossia da quando Ulisse, un altro orso marsicano, verosimilmente arrivato dal Parco del Gran Sasso, era stato visto aggirarsi in quest’area dell’Appennino. A rendere pubbliche le immagini è stata l’associazione Praxis di Macerata che, come sempre accade in questi casi, non ha voluto indicare in quale area dei Sibillini è stato avvistato l’orso marsicano, per evitare che malintenzionati possano fargli del male. Monachesi ha naturalmente informato l’Ente Parco, fornendo anche le coordinate dalla zona in cui è avvenuto l’avvistamento, che la guida ambientale ha avuto il sangue freddo di riprendere. In base a quanto spiegato sui social dall’associazione Praxis, Monachesi, resosi conto di essere a pochi metri da un marsicano, «ha cominciato ad indietreggiare lentamente e con calma, senza movimenti bruschi e non dandogli le spalle. Poi a debita distanza ha cominciato a filmare sempre continuando a indietreggiare lentamente. L’orso si è alzato due volte sulle zampe posteriori, non per aggredire, ma per vedere meglio e valutare la situazione (la vista è il suo senso meno sviluppato)».

I commenti sono chiusi.