lunedì 17 dicembre - Aggiornato alle 02:57

Omicidio Raggi, tre anni senza David: Terni ricorda 26enne ucciso in strada

«La tua nobiltà d’animo ha proibito l’odio». Lunedì la messa, poi il brindisi nella piazza che non ha mai cambiato nome

 

di Mar. Ros.

«Cosa guardi?» questa la frase che David ha sentito prima di essere colpito brutalmente, senza una ragione sgozzato col collo di una bottiglia quella maledetta sera del 12 marzo 2015 da Amine Assoul, condannato proprio venerdì scorso in via definitiva a 30 anni di carcere. «Non arrivo in ospedale, dite ai miei che gli voglio bene» le ultime parole pronunciate dal 26enne prima di morire, mentre il sangue scorreva sul lastricato di piazza dell’Olmo, quella piazza che non ha mai cambiato nome, che non gli è stata mai intitolata, come invece chiedono gli amici.

FOTOGALLERY: LUOGO DEL DELITTO
VIDEO SUL UOGO DELL’ACCADUTO

Omicidio Raggi Sono trascorsi tre anni dalla notte che ha sconvolto Terni, scosso l’opinione pubblica e sprofondato nel dolore una famiglia e tanti amici, ma dell’informatore farmaceutico col cuore grande, una straordinaria umanità e una nobiltà d’animo fuori dal comune, il ricordo è sempre vivo. Tre anni scanditi dalle vicende giudiziarie. David era il custode dei segreti altrui, il ragazzo col consiglio buono sempre in tasca, quello pronto a regalare abbracci e sorrisi. Quando  Aziz, il 29enne marocchino completamente fuori di sé per effetto di alcol e droga, ha interrotto i sogni del giovane Raggi, David era ad un passo dalla laurea e, oltre al lavoro, svolgeva attività di volontariato per il 118. Per amici e colleghi era un fratello e con quella sua ultima frase pronunciata prima di morire, ha innescato un’emergenza d’amore per fermare l’odio che i genitori e suo fratello Diego hanno fatto propria.

VIDEO, PREFETTO: «TERRIBILE»
VIDEO, L’ASSASSINO ALL’USCITA DALLA QUESTURA
VIDEO, GIOVANI: «TERNI STA DIVENTANDO UNO SCHIFO»

I messaggi struggenti corrono sui social «Non lo conoscevo, David Raggi – scrive un ternano su Facebook – ma le sue parole espresse prima di quei terribili rantoli, resteranno per sempre scolpite nella mia memoria. A soli 26 anni venne colpito con inaudita e ingiustificata ferocia che troncò sogni e progetti, ma nella tremenda consapevolezza di dover abbandonare la vita, l’odio non ebbe il sopravvento, chiese di portare un saluto di amore ai suoi cari, che non avrebbe rivisto. Era davvero un ragazzo di valore» . «Tre anni fa. Non so perché mi sveglio di soprassalto la mattina alle sei. Ero nervosa. Presi il cellullare, accesi la connessione, mi arrivò il messaggio ‘Tesoro ci hanno ammazzato David’ – a scrivere è una sua amica -. Corro a Terni, in città c’era un’aria pesante, le persone si guardavano e mi guardavano con incredulità e sconforto. Poi gli abbracci davanti alla questura, l’organizzazione del corteo, i fiori. Sono già passati tre anni senza il suo sorriso, le sue battute, le sue risate, il suo abbraccio. Quell’anno mi fece un gran regalo con la sua presenza al mio compleanno, ho bellissime foto con lui. Non sapevo sarebbero state le ultime volte, altrimenti lo avrei abbracciato più forte e non lo avrei fatto andare via. David sarai sempre con me».

IL RICORDO DI AMICI E COLLEGHI

Messa e brindisi Lunedì pomeriggio, per il terzo anniversario dalla morte di David Raggi, sarà celebrata una messa nella chiesa di San Paolo, nel quartiere Matteotti alle ore 17, poi gli amici più stretti, insieme al fratello Diego si ritroveranno per il consueto brindisi, coi calici pieni del Persichetto a cui David non sapeva dire di no, in piazza dell’Olmo. L’appuntamento, per non dimenticare, è proprio lì davanti al locale People dove il giovane è stato sgozzato senza un perché da un marocchino irregolare in Italia. Perché quel fatto di sangue resti scolpito nella memoria di Terni, la città come noto a chiesto l’intitolazione del luogo del delitto a David Raggi ma nonostante la petizione popolare,  con 7.000 firme depositate negli uffici toponomastica del Comune di Terni, quel posto si chiama ancora piazza dell’Olmo, serve la deroga del prefetto al termine di 10 anni dalla scomparsa del 26enne.

@martarosati28

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.