Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 28 ottobre - Aggiornato alle 09:45

Ogni anno a Terni 400 fratture al femore: convegno al Santa Maria

Sabato 26 settembre l’incontro organizzato dal dottor Sandro Latini, direttore di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale

E’ in programma sabato 26 settembre dalle 8 alle 14 alla Sala Convegni dell’Hotel Garden di Terni il convegno medico sulle fratture femorali dell’anziano, promosso dal dottor Sandro Latini, direttore della struttura complessa ospedaliera di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale Santa Maria di Terni. Si tratta del primo evento Ecm a livello istituzionale in presenza, dopo il lungo stop imposto dall’emergenza sanitaria Covid-19, segno di una lenta ma continua ripresa verso la normalità: il convegno si svolgerà nel rispetto di tutte le disposizioni di sicurezza previste dalla normativa.

I temi Si tornerà a discutere e a confrontarsi con esperti della materia su una problematica sempre più critica e difficile da gestire quale quella delle fratture femorali dell’anziano, dalle cause al trattamento fino al recupero funzionale, sottolineando come sia sempre più difficoltoso sostenere i pazienti e le loro famiglie nel periodo post-operatorio per mancanza di posti letto e di risorse nelle strutture territoriali. Tra l’altro Terni attualmente è una delle città più vecchie d’Italia in relazione al numero di abitanti con quasi 30.000 persone over 65 (numero raddoppiato negli ultimi 40 anni). Va da sé che questa problematica presente oggi sarà sempre più frequente nel futuro, considerando che ogni anno in Italia oltre 150.000 persone riportano una frattura di femore in età avanzata, di cui circa 400 a Terni.

I numeri I numeri sono impietosi: il 25% dei pazienti avrà una prognosi infausta entro un anno e uno su quattro non riprenderà più la deambulazione autonoma con tutto quello che ne consegue da un punto di vista economico e sociale. Il convegno punterà dunque ad un’azione di sensibilizzazione sul tema e alla istituzione di un team multidisciplinare, costituito da ortopedici, internisti, fisioterapisti ed infermieri, che possa intervenire dalla presa in carico globale dell’anziano fragile fino al percorso di recupero post-operatorio. L’evento formativo si rivolge a medici di medicina generale, medici chirurghi, ortopedici, fisiatri, internisti, medici di medicina interna, geriatri, radiologi, infermieri, tsrm, tecnici ortopedici e fisioterapisti (crediti Ecm). All’evento è obbligatorio l’uso della mascherina, è gratuito ed è patrocinato da Comune di Terni, Azienda Ospedaliera “Santa Maria” di Terni, USL Umbria2 e Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Terni.

I commenti sono chiusi.