mercoledì 21 novembre - Aggiornato alle 19:23

Nonna Luisa Zappitelli operata al femore a 107 anni: «Grazie ai dottori»

Lettera della tifernate nata l’8 novembre del 1911: «Dopo Dio e la famiglia grazie a chi mi è stato vicino». Sono 281 i centenari in Umbria

Luisa Zappitelli

«Nel giorno del mio 107esimo compleanno, dopo Dio e la mia famiglia, voglio ringraziare tutti coloro che mi sono stati sempre vicino». A scrivere è Luisa Zappitelli, la nonnina nata l’8 novembre del 1911, che  ha preso carta e penna e, assieme alla figlia Anna Ercolani, ha scritto una lettera di ringraziamento ai vertici dell’ospedale e della sanità locale.

La lettera «Un pensiero speciale e tanta riconoscenza – si legge nelle poche righe – vanno però ai medici, agli infermieri, ai fisioterapisti e a tutto il personale dell’ortopedia di Città di Castello che, a vario titolo, mi hanno aiutato a superare le difficoltà legate al mio recente intervento al femore. In un momento in cui tutti si lamentano e criticano la sanità, io posso affermare di aver incontrato persone capaci e sempre presenti che mi hanno seguito con professionalità e umanità».

Una vita esemplare Luisa Zappitelli è conosciuta per non aver mai mancato un appuntamento elettorale fin dal 2 giugno del 1946, quando a 35 anni insieme alla famiglia e a un gruppo di amiche camminò a piedi per chilometri per esercitare, per la prima volta, il proprio diritto di voto in favore della Repubblica. Ma nonna Luisa, madrina del locale vespa club, è anche testimonial nazionale di sicurezza stradale un prestigioso riconoscimento che gli è stato assegnato dall’Associazione Familiari e Vittime della Strada “basta sangue sulle strade Onlus”. Inoltre può vantare un altro record difficile da battere: è l’allevatrice di canarini più longeva d’Italia. Da quasi 50 anni infatti gestisce un “allevamento casalingo” di canarini gialli e bianchi, presso la sua abitazione nel rione di San Pio X assieme ai nipoti Gualtiero e Natascia Ercolani, ai figli Dario ed Anna. Tutti i giorni la signora Luisa si divide da una gabbia e l’altra degli oltre 300 volatili per cambiare l’acqua e versare il mangime. Oggi nel giorno del suo compleanno puntuali a nome di tutta la città giungono gli auguri «più affettuosi e sinceri» da parte del sindaco, Luciano Bacchetta e della giunta comunale: «è orgoglio ed esempio al tempo stesso per tutti noi, per la comunità tifernate e soprattutto per le future generazioni. Buon compleanno», dice il sindaco.

Barberini ringrazia Gli auguri a nonna Luisa sono arrivati anche dall’assessore regionale Luca Barberini, ringraziandola. «Testimonianze come quella della signora Luisa – afferma -, che in occasione della festa per i suoi 107 anni ha voluto ringraziare tutti coloro che operano, a vario titolo nel mondo della sanità umbra, ci incoraggia a continuare, ancor più convintamente, ad investire risorse e programmare azioni per interventi finalizzati a promuovere l’invecchiamento attivo, nonché a riconoscere e a valorizzare il ruolo delle persone anziane nella comunità regionale».

Umbria: 281 centenari Barberini rende noto che «al primo gennaio 2018 in Umbria su 223.225 anziani (circa il 25,2 per cento della popolazione), ben 281 hanno più di 100 anni. Un dato significativo – dice l’assessore – che ci spinge ancora di più a lavorare per l’attivazione di una serie di servizi sociosanitari dedicati all’assistenza. In questo contesto, particolare attenzione è rivolta alla domiciliarità attraverso il potenziamento dell’offerta di prestazioni legate alla cura delle persone anziane non autosufficienti o in situazioni di dipendenza assistenziale, con un fondo specifico di 3 milioni di euro».

 

I commenti sono chiusi.