venerdì 15 novembre - Aggiornato alle 11:54

Pernazza restaura per Narni l’antica fontana del Moro, De Rebotti: «Recuperato patrimonio»

di Noemi Matteucci

Dopo 170 anni dalla sua creazione e a pochi giorni dall’avvio della Corsa all’Anello, è tornata all’antico splendore la fontana del Moro di Narni, una delle più importanti del centro storico.Il progetto di restauro della fontana è stato finanziato dal Pernazza Group, azienda con sede a Narni, guidata dall’imprenditore Roberto Pernazza e operante nel settore degli impianti. Sostegni di privati in questo senso si sono registrati anche a Perugia e Campello sul Clitunno.

Il recupero  I lavori, già in precedenza passati al vaglio della Sovrintendenza dell’Umbria, hanno previsto il rifacimento dell’intonaco riportandolo all’originario colore ocra, la risistemazione della vasca, che è stata dipinta di colore azzurro e in cui è stato installato un nuovo impianto di illuminazione, e il rifacimento in pietra degli esterni. La fontana è stata oggi inaugurata in tutta la bellezza del suo aspetto originario. L’importo complessivo per il recupero ammonta a circa 10mila euro.

Un valore aggiunto per Narni Ha espresso grande soddisfazione per l’opera Francesco De Rebotti, sindaco di Narni, dichiarando che «il patrimonio culturale della città si è ulteriormente arricchito», mentre Roberto Pernazza, titolare della Pernazza Group, ha sottolineato che «il restauro della fontana del Moro rappresenta un segno tangibile dell’attaccamento dell’azienda e di diverse generazione della famiglia al territorio di Narni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.