Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 8 agosto - Aggiornato alle 05:40

Narni e Amelia, via al progetto di integrazione con l’ospedale di Terni: «C’è il piano»

L’assessore regionale Coletto visita le strutture insieme alle istituzioni: «Rilanciamo i servizi»

Vista dell’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto insieme agli altri rappresentanti delle istituzioni a Narni, per fare il punto della situazione sull’organizzazione dei servizi sanitari territoriali. «Abbiamo presentato un piano per l’integrazione dei servizi tra le strutture di Terni, Narni e Amelia». Insieme all’assessore, anche Massimo De Fino, commissario Usl Umbria 2, Pasquale Chiarelli, commissario sanitario dell’azienda ospedaliera di Terni e la presidente della commissione regionale Sanità, Eleonora Pace.

Il piano «L’integrazione tra le strutture – è stato spiegato in conferenza – prevede una divisione dei compiti che punta ad affidare a Terni i grandi interventi, mentre a Narni si potrebbero strutturare esclusivamente le attività chirurgiche con il potenziamento del livello ambulatoriale, così da dare sicurezza per l’assistenza primaria al nostro territorio. In modo poi da spostare la riabilitazione ad Amelia, dove verrebbe creata una sorta di lungo degenza senza tralasciare tutte le attività ambulatoriali».

Eleonora Pace «Finalmente – ha commentato la Pace – abbiamo presentato il progetto di riorganizzazione dei due presidi in integrazione con Terni. Una comunità che si rimette in cammino e che ritrova attenzione all’interno del quadro regionale. Sicuramente c’è tanto da lavorare in questa direzione ma questo è un primo passo importante».

M5s Sulla visita di Coletto interviene il gruppo consigliare di Terni del M5s: «L’assessore regionale non solo condivide con il suo predecessore Barberini la stessa politica per quanto riguarda la sanità nel ternano ma anche la sua poca voglia di confrontarsi con il secondo capoluogo della regione. In un momento di particolare incertezza sul futuro dell’azienda ospedaliera di Terni, infatti, la II° commissione comunale aveva preso contatti con l’assessore al fine di chiarire quali fossero le scelte che la Regione vorrebbe mettere in campo per rilanciare il nosocomio ternano. Sembrerebbe, dai confronti informali avuti, che Coletto non abbia dato al momento alcuna disponibilità a partecipare».

I commenti sono chiusi.