mercoledì 5 agosto - Aggiornato alle 04:04

Meteo in Umbria, arrivano giorni di pioggia e temporali: 3 perturbazioni una dietro l’altra

Le previsioni giorno per giorno fino a prossima settimana. Ecco le opzioni sulla Pasqua

©Fabrizio Troccoli

di Maurizio Troccoli

Non fosse che ritorna a più riprese si tratterebbe di sola pioggia che potrebbe fare più danni che benefici. Invece, le tre perturbazioni in arrivo, potrebbero rappresentare una tregua alla siccità. Che va avanti da inizio febbraio e ha talmente indurito il terreno da rappresentare un rischio idrogeologico rispetto alle forti piogge in arrivo. Significa anche spreco: tenuto conto che l’acqua rischia di finire in fosse, canali e fiumi senza irrigare come sarebbe necessario, tenuto conto del lungo periodo di assenza totale d’acqua. E quindi la prima pioggia in arrivo bagnerà il terreno rendendolo più permeabile. Quelle successive faranno il lavoro atteso. Per l’agricoltura e per gli invasi.

Previsioni meteo La prima perturbazione è in arrivo giovedì nel pomeriggio. Calo di temperature, a sera, fino a fare scendere la neve a mille metri, e piogge. Che andranno avanti nell’arco di 18-20 ore, con rovesci forti, piogge diffuse e a tratti con temporali. Poi si rasserena venerdì. Che si annuncia come una giornata di sole. Lo spiega a Umbria24 il meteorologo di Umbriameteo Fabio Pauselli. Sabato invece ritornano le nuvole, attivando quelle correnti umide che valgono a preparare la seconda perturbazione. Attesa tra domenica e lunedì. L’Umbria è nuovamente sotto la pioggia, anche questa volta a carattere diffuso. Martedì – continua Pauselli – il tempo migliora, mentre mercoledì è discreto. E siamo alla terza perturbazione, attesa tra giovedì e sabato della prossima settimana. E’ il caso di aprire una parentesi. Il meteorologo spiega che la pioggia, per quanto abbondante, non sarà sufficiente a colmare i danni creati dalla siccità. Tantomeno a recuperare rispetto all’estate che ci attende. Da qui a giugno dovrebbe piovere il doppio della media per rimetterci in marcia – spiega -. Sull’ultimo fronte temporalesco, ovvero quella che abbiamo chiamato la terza perturbazione, Pauselli si sofferma anche per provare a pronunicarsi sul meteo per Pasqua. Che, appunto, dipenderà, proprio da quest’ultima perturbazione e dagli effetti che produce. «Se tutto segue i modelli delle previsioni attuali, potremmo avere, proprio per Pasqua, i giorni di tregua che tutti auspicano. Tuttavia è troppo presto per stabilirlo. Soprattutto alla luce dell’incognita dell’ultima perturbazione che può cambiare le carte in tavola».

I commenti sono chiusi.