giovedì 9 luglio - Aggiornato alle 20:35

Magione, l’imprenditore Cinaglia dona nuovo mezzo attrezzato alla Misericordia

La cerimonia si è tenuta martedì ad Agello: «Un supporto per chi è stato decisivo anche durante l’emergenza sanitaria»

La cerimonia di questa mattina

È stato consegnato martedì mattina alla Protezione civile di Magione il nuovo mezzo attrezzato donato dall’azienda Centumbrie di Agello, il polo agroalimentare da oltre 12 milioni di euro inaugurato nell’ottobre scorso da Michele Cinaglia, patron del colosso Cerved Engineering, e dalla sua famiglia. «Comprendo il valore delle donazioni fatte ad associazioni che operano in territori lontani – ha spiegato Cinaglia – ma ho creduto utile dare un mio supporto all’attività di un’associazione di volontariato locale che si spende per tutti i cittadini del territorio e che ha svolto un’attività determinante in questo periodo di emergenza sanitaria». Un’attività ricordata anche dal presidente della Misericordia, Roberto Dolciami, e che ha visto impegnati oltre mille volontari per circa 1.500 servizi a partire dal 15 marzo.

La donazione Il nuovo mezzo donato, che offre la possibilità di avere una sala operativa remota in prossimità dell’emergenza, ha a bordo attrezzature di pronto intervento per il soccorso tecnico. La possibilità di coordinare tutte le operazioni in atto da una base vicina al luogo dell’emergenza consente di poter intervenire con maggior efficacia in operazioni particolarmente complesse come nel caso della ricerca di persone disperse, emergenze dove il tempo è un fattore determinante. All’allestimento interno ed esterno del mezzo hanno contribuito una serie di aziende, ovvero Scota Sauro, Central Car, Magazzini Pesciarelli, Il Ristoro, Tommasini Style, Anonimi Perugini, Maglieria Emmevu Cotton e il ragioniere Moreno Marchesi.

La cerimonia Il sindaco di Magione Giacomo Chiodini ha parlato di una «donazione da parte di un’azienda all’avanguardia, che premia un’alta professionalità come abbiamo potuto vedere durante l’emergenza da Covid 19». Alla cerimonia, oltre a rappresentanti delle forze dell’ordine, hanno partecipato il vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve, monsignor Marco Salvi, e il funzionario della Prefettura di Perugia Ivo Fucelli. Presenti anche Stefano Nodessi Proietti (direttore dell’area Governo del territorio, ambiente e Protezione civile della Regione) e Luciano Bacchetta, presidente della Provincia di Perugia: i due hanno ricordato l’importante supporto dato dalle associazioni di volontariato nel periodo dell’emergenza, sia con servizi che con l’acquisto di attrezzature ospedaliere e materiale sanitario.

I commenti sono chiusi.