lunedì 30 marzo - Aggiornato alle 23:26

«L’istinto di camminare appena sveglio»: Terni dedica una strada al cantante dei Nomadi

Via Augusto Daolio nella zona degli artisti con Tenco, Battisti e De Andrè. Il 15 marzo presente Beppe Carletti

 

«Appena mi sveglio mi viene istintivo muovermi e camminare». Lo raccontava Augusto Daolio, fondatore e storica voce dei Nomadi, gruppo simbolo della musica italiana, parlando della mitica ‘Io Vagabondo (che non sono altro)’. E i ternani ora potranno camminare lungo la via che porterà il suo nome.

La via degli artisti Via Augusto Daolio sorgerà tra via del Centenario e via Gabelletta e sarà inaugurata domenica 15 marzo alle 10.30 alla presenza di Beppe Carletti, fondatore e tastierista dei Nomadi, e Rosanna Fantuzzi presidente dell’associazione ‘Augusto per la vita’. L’iniziativa è partita dal Nomadi fans club Spirito Nomade di Terni che aveva fatto richiesta al Comune di Terni nel 2017. Nella zona ci sono piazze, vie e rotonde intitolate a mostri sacri della musica italiana come Sergio Endrigo, Lucio Battisti, Luigi Tenco e Fabrizio De André.

Icona della musica italiana Il fans club per l’occasione ha chiesto e ottenuto tutte le autorizzazioni per la chiusura della strada nel giorno dell’inaugurazione. «Augusto per tutti noi rappresenta un’icona – dice Danilo Manciucca del fans club Spirito Nomade di Terni – personaggio carismatico sia dal punto di vista artistico che umano ed il fatto che gli venga dedicata una via è motivo di grande soddisfazione ed orgoglio, sia come fans dei Nomadi che come ternani».

I commenti sono chiusi.