mercoledì 20 marzo - Aggiornato alle 08:22

Lecci e tigli al posto dei pini, via i lavori al dissestato parcheggio dell’Usl a Terni

Sopralluogo tecnico e gara d’appalto aggiudicata, presto l’apertura del cantiere

 

Tombini e cordoli divelti per effetto delle radici dei pini, pavimentazioni letteralmente distrutte e accesso da mal di mare: ecco la fotografia del parcheggio dell’Us Umbria 2 di via Bramante a Terni, sul quale il Comune sta finalmente intervenendo.

Parcheggio Usl Terni «Sono molti anni che la situazione sta peggiorando a vista d’occhio – dice l’assessore ai Lavori pubblici Enrico Melasecche – per cui centinaia sono le proteste sui social e le segnalazioni che pervengono in Comune per cui questa amministrazione, dopo varie peripezie sta attivando un vecchio mutuo di quattro anni fa, mai fin qui utilizzato, per ripristinare in sicurezza sia la fascia dei parcheggi che la corsia di marcia ammalorate dalle radici. La gara di appalto è stata aggiudicata alla ditta Piconi di Terni per 80.000 € meno il 30% di ribasso ed i lavori inizieranno entro pochi giorni».

Via Bramante Ieri c’è stato un sopralluogo dello stesso assessore e della sua collega con delega all’Ambiente Benedetta Salvati, l’Afor ei tecnici del Comune, ufficio Strade e Verde, per valutare attentamente la situazione anche in merito all’eventuale sostituzione con lecci, già presenti in loco, per evitare che il necessario taglio delle radici in superficie possa rendere precaria la stabilità dei pini: «Verrà messo a dimora un numero superiore di alberi, aggiungendo ai lecci nel parcheggio antistante gli uffici tutti i tigli che negli anni si sono seccati e non sono mai stati sostituiti».

I commenti sono chiusi.