lunedì 5 dicembre - Aggiornato alle 01:26

Rogo Città della Scienza di Napoli, la solidarietà di Perugia. Boccali: «Vicini a città e lavoratori»

città scienza

di Ivano Porfiri

Ha toccato nel profondo tutto il paese l’incendio che, nella notte, ha devastato la «Città della Scienza» di Napoli. Piena solidarietà viene espressa dal sindaco di Perugia Wladimiro Boccali e dalla comunità scientifica umbra. Da anni il Polo partenopeo che si occupa di didattica della scienza ha legami forti, soprattutto con in Perugia Science Fest.

Boccali: sostegno e solidarietà Il sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, ha espresso la sua partecipazione attraverso una nota su Facebook: «Esprimo – scrive – pieno sostegno e solidarietà al Comune di Napoli, a tutta la comunità, a quanti hanno creduto e investito nella Città della Scienza. Colpisce profondamente quanto accaduto alla Città della Scienza, a Napoli. Le fiamme – prosegue Boccali – hanno devastato e distrutto lo straordinario patrimonio rappresentato dal Complesso della Scienza e contemporaneamente la cultura, la democrazia, la civiltà di un intero paese. Sono andati in fumo anni di lavoro, di investimenti sul futuro e sul riscatto della città. Ma questo non deve fermare una comunità che, giustamente, ha visto nella scienza, nella ricerca e nei giovani la via dello sviluppo e della crescita sociale, economica e culturale di un territorio».

Legami forti «Perugia, da anni – ricorda Boccali – collabora proficuamente con il Museo interattivo: prima, alla realizzazione del Post, poi con la partecipazione al “Perugia Science Fest”. Un legame culturale e affettivo forte che ci rende ancor più partecipi del dramma che sta vivendo la città di Napoli e l’intera regione. Fortunatamente non ci sono vittime umane, ma il pensiero – conclude il sindaco – va anche ai tanti dipendenti che, in questo momento di grande crisi economica, vedono incerto il loro futuro lavorativo».

Tristezza A stretto giro anche il commento del Perugia Science Fest: «E’ una giornata tristissima per tutta la comunità italiana e internazionale che si occupa di comunicazione e didattica della scienza».

La nostra solidarietà Anche la redazione di Umbria24 vuole esprimere la sua vicinanza per le vittime (morali, non fisiche, ma il dolore non è da meno) di un delitto come quello che manda in fumo anni di riscatto dal degrado attraverso la cultura.

Aiuto: il conto corrente Per contribuire alla ricostruzione di Città della Scienza è disponibile il conto corrente, intestato a Fondazione Idis Città della Scienza – IBAN IT41X0101003497100000003256 – causale Ricostruire Città della Scienza. Questo – sottolineano sulla pagina Facebook ufficiale – è l’unico conto corrente dove esprimere il vostro sostegno – grazie di cuore