mercoledì 21 ottobre - Aggiornato alle 20:08

In Umbria 45 treni al giorno riempiti al 16%. Massima capienza 50%, +5% rispetto a settimana scorsa

Graduale ripresa del trasporto su binari e nuovi comportamenti: uscite e entrate separate. Ecco le regole

Oltre 2 mila persone, nella sola giornata di lunedì 4 maggio, hanno viaggiato in Umbria sui treni regionali di Trenitalia (Gruppo Fs italiane), con un incremento di circa 5 punti percentuali rispetto alla settimana scorsa. Il riempimento medio dei treni regionali è pari al 16%, già calcolato in base alla nuova disponibilità al 50% di posti a sedere sui convogli. E’ quanto rende noto l’azienda.

Aumentano le corse Con un incremento dell’offerta di circa il 25% rispetto alla scorsa settimana sono 45 al giorno i convogli del trasporto regionale Trenitalia in circolazione in Umbria durante la fase 2 dell’emergenza sanitaria Covid-19 che, grazie agli accordi con la Regione Umbria committente del servizio, consentono di spostarsi in treno nel rispetto delle disposizioni previste in materia di tutela della salute pubblica.

Viaggiare senza rischio contagio A tale scopo, sono stati predisposti interventi attuati gradualmente su tutti i treni della flotta: marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per separare i flussi di salita e discesa, indicazioni sui pavimenti per indirizzare i passeggeri verso l’uscita più vicina e per il rispetto della distanza di sicurezza tra le persone a bordo. «Potenziate, inoltre, le attività di sanificazione e igienizzazione su tutti i treni», aggiunge Trenitalia.

Il Gruppo FS Italiane ricorda a tutti i passeggeri di:

– indossare sempre la mascherina protettiva;

– essere responsabili socialmente, per sé e per gli altri, rispettando la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie, le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni;

– essere collaborativi a bordo treno con il personale ferroviario, utilizzare percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi;

– essere collaborativi in stazione con il personale ferroviario nell’entrare o uscire dai varchi, seguendo i percorsi individuati e le indicazioni dei pannelli informativi.

Aumentano anche le Frecce «Anche sui treni di media e lunga percorrenza – 12 Frecce e 6 InterCity – hanno viaggiato ieri almeno 4.300 persone, il doppio rispetto alla settimana precedente. Da oggi, 5 maggio, altri due Frecciarossa collegano Roma e Venezia, con posti in vendita già dallo scorso sabato».

I commenti sono chiusi.