Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 ottobre - Aggiornato alle 04:41

In bici sulla strada più lunga del mondo, Lorenzo Barone arriva in Russia e incontra la moglie

Giorno 165esimo, dopo avere percorso 17.655 chilometri, ora l’ultimo lungo tratto

Lorenzo Barone ha rincontrato sua moglie Aygul, questa volta però dopo 42 giorni dal loro primo incontro in Turchia, in questo lungo viaggio. Il più lungo del mondo per ogni uomo. Dal punto più a Sud dell’Africa (Capo Agulhas, in Sudafrica) al punto più ad Est dell’Asia (Capo Dezhnev, in Russia). Dalla calda savana africana alla gelida tundra artica: 3 continenti, 12 paesi, 12 fusi orari, oltre 29.000 km circa 400 giorni.
ECCOLO DOV’E’ ORA
Lorenzo Barone è arrivato a Novosibirsk, in Russia, mercoledì 3 agosto. E’ al confine con il Kazakistan, in un piccolo villaggio, ospite della nonna di sua moglie. L’esploratore di San Gemini è a un buon tratto del lungo viaggio (guarda l’incredibile story map). Ora si viaggia verso il freddo. Barone deve cambiare l’intero equipaggiamento di viaggio, tra l’altro molto danneggiato dai tanti chilometri ma anche dal vento forte che ha caratterizzato particolarmente questa ultima parte del viaggio. Cambierà assetto della bici per poter raggiungere la prossima meta Ust Nera a circa 6500 km, in Yakutia proprio dove era passato nella scorsa avventura in Siberia quando da Magadan raggiunse Yakutsk percorrendo la strada più fredda del mondo nel periodo più freddo dell’anno.

I commenti sono chiusi.