Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 18 ottobre - Aggiornato alle 00:42

In 80 mila a Foligno per i quattro giorni dei Primi d’Italia: «Pensiamo subito al 2022»

Amoni: «Premiato sforzo organizzativo per sicurezza». Manfredi dona 100 kg di pasta al Comune di Amelia per i bisognosi

Primi d’Italia porta a Foligno 80 mila persone e riempie alberghi, agriturismi e anche aree camper. Dopo lo stop obbligato dal Covid-19 torna a sorridere la manifestazione organizzata da Epta Confcommercio che si è conclusa domenica con un bilancio che il presidente Aldo Amoni ha definito «ottimo». Sì, perché tutti gli appuntamenti speciali della kermesse di quattro giorni hanno fatto registrare il tutto esaurito malgrado le restrizioni anti Covid-19.

In 80 mila a Foligno per i Primi d’Italia «Ora cominciano subito a pensare all’appuntamento del 2022» ha detto entusiasta Amoni che ha parlato di «un’edizione bellissima, che ha ripagato sia le difficoltà sofferte in questi ultimi due anni che lo sforzo organizzativo eccezionale» messo in campo per riportare Primi d’Italia a Foligno. I visitatori, secondo le prime rilevazione, sono arrivate da ogni angolo del paese, ma nei Villaggi dei primi si sono contati anche diversi turisti stranieri, che visitando l’Umbria non hanno perso l’occasione per l’esperienza culinaria offerta dalla manifestazione, che ha proposto anche Food experience, Cooking show e Cene stellate.

«Pensiamo subito all’edizione del 2022» Un evento con oltre 80 mila presenze che non ha fatto registrare criticità anche grazie a quello che gli organizzatori definiscono «controllo attivo» oltreché per il rispetto del distanziamento anche per l’ingresso negli spazi dei Primi d’Italia soltanto col green pass. Nell’ultima giornata dei Primi d’Italia di Foligno sono stati premiati Luca Manfredi, regista e sceneggiatore, con l’opera in ceramica di Domiziani e 100 kg di pasta che lo stesso Manfredi ha deciso di donare al Comune di Amelia dove la sindaca Laura Pernazza fa confezionare pacchi alimentari per le famiglie bisognose. Premiato anche Elia Alunni Tullini, giovane artista folignate protagonista con una sua opera alla quinta edizione della Biennale di Arte contemporanea di Londra.

I commenti sono chiusi.