Quantcast
domenica 22 maggio - Aggiornato alle 19:48

Il presidente Mattarella a Perugia: al Chianelli e per inaugurare la caserma dei carabinieri

Sergio Mattarella

di Ivano Porfiri

Sergio Mattarella, sarà per la prima volta in Umbria da quando ha assunto l’incarico di presidente della Repubblica. Il giorno è giovedì 31 marzo e Mattarella sarà a Perugia durante la mattina. Non si tratta, però – è bene precisarlo – della “visita istituzionale” all’Umbria, quella cioè che tutti i presidenti sono tenuti a fare in ogni regione durante il loro mandato. Anche per questo non ci saranno incontri ufficiali con le istituzioni. Sulla giornata e i provvedimenti per la sicurezza, nella mattina di giovedì si è tenuta una riunione in Prefettura.

Prima tappa: corso Garibaldi Mattarella arriverà a corso Garibaldi, alle 11, per la cerimonia di inaugurazione del Nucleo carabinieri tutela del patrimonio culturale e per l’intitolazione della caserma alla memoria del colonnello Valerio Gildoni. Con lui ci sarà anche il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. Il Nucleo sarà attivo dal 1 aprile e sarà un nuovo presidio importante nel territorio per la difesa del patrimonio artistico umbro.

Seconda tappa: Chianelli Mattarella farà quindi visita al Residence Chianelli, dove incontrerà i bambini malati oncologici. Il presidente, come sta dimostrando in questi mesi, è particolarmente attento al sociale ed è spesso vicino a situazioni di sofferenza. Mattarella arriverà alle 11.50 e si tratterrà per circa 40 minuti, sarà accolto da Franco e Luciana Chianelli del Comitato per la Vita “Daniele Chianelli” e successivamente incontrerà i pazienti e le famiglie ospiti della struttura, il personale sanitario dei reparti di oncoematologia pediatrica ed ematologia/trapianto midollo osseo, e il direttore dell’azienda ospedaliera di Perugia, Emilio Duca. Saranno presenti Catiuscia Marini, presidente della giunta regionale dell’Umbria e il sindaco di Perugia, Andrea Romizi.

La casa dei bambini Inutile ricordare il grande lavoro che il ‘Comitato per la vita Daniele Chianelli’ compie ospitando nel Residence attaccato al Santa Maria della Misericordia i bambini malati e le loro famiglie. Ma anche il contributo alla scienza. E’ di pochi giorni fa la donazione straordinaria di 532 mila euro per i progetti di ricerca del Creo, il centro che si occupa di malattie emato-oncologiche. E, in virtù anche di rapporti personali del presidente con elementi della direzione dell’Azienda ospedaliera, si sta cercando di aggiungere una breve visita di Mattarella allo stesso Creo, gioiello della sanità regionale inaugurato a marzo di un anno fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.