Quantcast
domenica 17 ottobre - Aggiornato alle 23:59

Il 14% degli adolescenti è depresso: «La psicologia entri nelle scuole»

Il presidente dell’Ordine Lazzari: «Serve prevenzione: bisogna imparare a capire le proprie emozioni negative»

«Il 14 per cento degli adolescenti soffre di depressione, mentre sintomi depressivi si rintracciano nel 5 per cento dei ragazzi e pensieri suicidari nell’8 per cento». Sono i numeri che riguardano il mondo adolescenziale e ripresi da David Lazzari, presidente dell’Ordine degli Psicologi dell’Umbria e direttore dell’Unità operativa di Psicologia dell’Azienda Ospedaliera di Terni, nonché membro dell’Esecutivo del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi.

La storia «Stamattina in ospedale avevo appena finito di leggere una ricerca su questo tema – racconta Lazzari sul suo profilo Facebook – che mi è capitata a colloquio una ragazza depressa. Una storia esemplare che sembrava uscita fuori dallo studio della psicologa Lisa Starr. Il suo studio (Emotion 2019, ndr) dimostra che imparare a capire le proprie emozioni negative, dare cioè un nome a ciò che si prova, protegge dalla depressione e migliora il rapporto con la vita. Molti studi di questo tipo nel mio libro ‘La Psiche tra salute e malattia: evidenze ed epidemiologia’ di prossima pubblicazione. È un dato confermato, quando si decideranno ad usare la psicologia nella scuola per educare alle emozioni e ai sentimenti? Non è tempo di fare sana prevenzione? La psicologia prima che per curare serve per promuovere una buona vita. Abbiamo, come Ordine, fatto proposte e attendiamo risposte».

I commenti sono chiusi.