martedì 28 marzo - Aggiornato alle 08:19
Corteo Libera a Perugia Foto Fabrizio Troccoli

Martedì primo giorno di primavera: Perugia ricorda le vittime di mafia

In occasione della XXII giornata della memoria, corteo con Libera, scuole, istituzioni e cittadini da tutta l’Umbria

Non una mera commemorazione, né una ricorrenza formale da celebrare come tante altre: anche quest’anno martedì, 21 marzo, primo giorno di primavera, migliaia e migliaia di persone, soprattutto giovani, si metteranno in marcia a Perugia (come nel resto d’Italia) in occasione della XXII giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. «Luoghi di speranza, testimoni di bellezza», questo il titolo scelto per la giornata 2017 da Libera, associazione nomi e numeri contro le mafie, che ha chiamato a raccolta scuole, associazioni, sindacati, istituzioni e tutta la cittadinanza attiva per una manifestazione che nella mattinata attraverserà le vie di Perugia e si concluderà in piazza della Repubblica, dove verranno letti gli oltre 900 nomi delle vittime innocenti delle mafie.

Scuole Sono moltissime le scuole umbre, di ogni ordine e grado, che parteciperanno alla marcia e saranno proprio studenti e studentesse i protagonisti della cerimonia, prima nel corteo, poi sul palco di piazza della Repubblica per la lettura dei nomi, lettura che sarà accompagnata dalle musiche, appositamente composte per l’occasione dal professor Seri del Liceo Musicale di Perugia.

Chi arriva E a Perugia arriveranno, per marciare insieme a Libera, anche tre testimoni diretti della violenza mafiosa: Viviana Matrangola, figlia di Renata Fonte (alla quale è intitolato il coordinamento di Libera Umbria), amministratrice pubblica uccisa a Nardò dalla Sacra Corona Unita per essersi opposta ad una speculazione edilizia nel bellissimo parco naturale di Porto Selvaggio; Maria Carmela Rechichi, figlia di Giuseppe Rechichi, preside di un istituto magistrale di Polistena ucciso dalla ‘Ndrangheta esattamente 30 anni fa; Chico Bautì, figlio di Nydia Erika Bautista, desaparecida colombiana.

Programma Il programma della giornata prevede la partenza del corteo alle ore 9.30 dai giardini del Frontone in Borgo XX Giugno per raggiungere corso Vannucci e Piazza della Repubblica dove alle ore 11.30 inizierà la lettura dei nomi, in contemporanea con il resto d’Italia. A seguire verrà trasmesso in diretta sul maxischermo allestito in piazza l’intervento di Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, da Locri, città capofila del 21 marzo 2017.