mercoledì 22 novembre - Aggiornato alle 19:16

Da Giappone e Australia per pedalare a Foligno: torna la Francescana ciclostorica

Terza edizione più ricca di eventi collaterali, migliora anche il mercatino vintage. Percorso tocca anche Trevi, Montefalco e Spello

Da sinistra Trenta, il sindaco Mismetti e Radi

di Vittorio Bitti

Torna La Francescana Ciclostorica nella sua 3a edizione, forte di un programma capace di «valorizzare il paesaggio della Valle Umbra attraverso un ricco itinerario, che partendo da Foligno arriverà a toccare Trevi, Villa Fabri, Montefalco, Bevagna, Torre del Colle, Carapace, Cannara e Spello»: queste le parole del presidente Luca Radi, che sottolinea «l’intento turistico della manifestazione, pensata per coinvolgere non solo ciclisti ed ex-ciclisti, ma anche e soprattutto novizi e curiosi, proponendo loro le bellezze paesaggistiche e i sapori umbri».

Impenna il numero di iscritti «Rispetto allo scorso anno – continua Radi – le iscrizioni sono raddoppiate (saranno probabilmente circa 600 i partecipanti, ndr) ed è interessante notare che sempre più partecipanti provengono, non solo da fuori Regione, ma da fuori Europa, con presenze registrate da Giappone, Belgio, Australia e Brasile; speriamo di diventare presto il Festival della Bici in Umbria». Con lo scopo di promuovere l’Umbria in Italia e nel mondo, il kit fornito ai partecipanti conterrà la “Francescana Card”, una carta grazie alla quale sarà possibile usufruire di un anno di sconti in molti alberghi, ristoranti e musei umbri.

Tante attività in programma «Il momento cicloturistico vero e proprio è previsto per il 24 settembre – commenta il presidente della sezione Fiab di Foligno, Pietro Stella – ma sarà affiancato da numerose attività collaterali, tra cui la presentazione il 23 settembre a Palazzo Orfini del libro Storia e geografia del Giro d’Italia, scritto dal giornalista e ciclista Giacomo Pellizzari. Nella stessa giornata si terrà un focus sul Giro d’Italia d’Epoca e una mostra di bici Bianchi». In mattinata è poi in programma l’apprezzato mercato vintage, che però si annuncia più ricco rispetto agli anni passati, tanto che sarà addirittura presente un barbiere storico. Fra le attività in programma, è prevista anche una passeggiata in bici alla volta dei luoghi storici della città di maggiore interesse e uno spettacolo per adulti e bambini inscenato dalla Bibliobici.

Identità ciclistica dell’Umbria Paolo Trenta, presidente del Centro Studi di Foligno, ha invece voluto evidenziare come «l’Umbria sia per antonomasia il territorio della bici, tanto che la sua storia e morfologia ci obbligano oggi a rafforzare la nostra identità ciclistica». Alla presentazione anche il sindaco Nando Mismetti, che ha voluto lodare «la brillante intuizione alla base del progetto La Francescana Ciclostorica arrivata alla terza edizione consecutiva proprio alla vigilia dei vent’anni dal terremoto del 1997, contribuendo quindi significativamente a promuovere le eccellenze del territorio e la viabilità urbana».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *