martedì 17 gennaio - Aggiornato alle 22:28

Freddo polare gela contatori, tra Spoleto e Foligno centinaia senza acqua

Raffica di chiamate al numero verde e una quarantina di tecnici al lavoro da tre giorni, ma dilaga il fai da te. A Messenano rifornimento con autobotti

contatori-gelati
Stufetta per scongelare il contatore

di C.F.

Le temperature polari lasciano centinaia di famiglie senza acqua. C’è l’ondata di gelo che ormai da quattro giorni sta colpendo anche l’Umbria all’origine della raffica di interruzioni di fornitura idrica segnalate al numero verde della Valle Umbra Servizi da residenti del comprensorio che si estende da Foligno fino a Spoleto (casi analoghi vengono segnalati a Perugia e Terni). Qui, in particolare nella frazione di Messenano, domenica è stato necessario inviare autobotti per distribuire acqua ai residenti, ma non si tratta dell’unico intervento di questo tipo compiuto nel weekend da Vus. Gran parte delle segnalazioni ricevute dalla multiservizi sono relative al congelamento dei contatori che in alcuni casi sono stati anche danneggiati dalle temperature da giorni ampiamente sotto lo zero. La Vus nel weekend ha richiamato al servizio i propri tecnici, una dozzina quelli in organico al servizio idrico, ma anche numerose ditte esterne che continuano a fronteggiare la massiccia mole di richieste di intervento: «Abbiamo segnalazioni provenienti da ogni comune – spiega Romano Menichini, responsabile del servizio idrico Vus – e stiamo operando con una quarantina di tecnici. La situazione è piuttosto critica ma la stiamo gestendo». Un bilancio più dettagliato dei danni e degli interventi verrà fornito nelle prossime ore, ma oltre ai contatori l’ondata di freddo ha spaccato tubature, causando perdite da tamponare immediatamente onde evitare col gelo guai peggiori. Sorvegliati speciali gli allacci per i campi di accoglienza degli sfollati della Valnerina realizzati da Vus dopo i terremoti del 24 agosto e ancor più del 30 ottobre. L’allerta per i disagi resta alta così come il ritmo degli interventi, per i quali comunque l’attesa non viene comunque indicata al momento della segnalazione del guasto, anche per questo si moltiplicano i rimedi fai da te. C’è chi ha avvolto una borsa di acqua calda alle tubature del contatore, chi come nella foto ha tentato col calore di una stufetta.

@chilodice