sabato 8 agosto - Aggiornato alle 16:49

Frecciarossa, Leonelli: «Il triplo dei passeggeri rispetto alle stime, coi soldi risparmiati altri servizi veloci»

Il consigliere dem: «Ogni giorno sono 190, bisogna continuare a migliorare i collegamenti»

Il Frecciarossa a Perugia (foto ©Fabrizio Troccoli)

Quasi 200 passeggeri ogni giorno viaggiano con il Frecciarossa lungo la linea Perugia-Milano a fronte dei 60 stimati. A fornire i numeri è il consigliere regionale del Partito democratico Giacomo Leonelli, che parla di un «un altro grande traguardo». «La Regione Umbria e Trenitalia – dice – nel loro accordo avevano previsto una media di 60 passeggeri e invece siamo arrivati a quota 190!». Per il consigliere questo significa che «la sperimentazione per cui mi sono battuto insieme ai miei colleghi costerà circa 400 mila euro, con un risparmio, rispetto alla cifra prevista inizialmente, di circa un milione di euro».

IL PRIMO GIORNO DEL FRECCIAROSSA

I conti La sperimentazione è partita l’8 febbraio e secondo gli accordi tra Palazzo Donini e Fs, costerà 1,3 milioni di euro dei quali un milione viene garantito dalla Regione e i restanti 300 mila dalla Fondazione Cassa di risparmio di Perugia. Conti fatti però, come ricorda Leonelli, stimando una media di 60 passeggeri giornalieri tra andata e ritorno. A dicembre si tirerà una riga e verrà deciso se rinnovare o meno il servizio. Nel frattempo Leonelli si chiede cosa fare con i soldi risparmiati, «risorse del trasporto pubblico locale e quindi vincolate; proveremo però a ragionare con gli uffici tecnici – spiega – per trovare il modo di finanziare altri servizi veloci per migliorare i collegamenti dei passeggeri umbri».

I commenti sono chiusi.