venerdì 19 aprile - Aggiornato alle 22:52

Dalla musica alle gite scolastiche: Fondazione Carit pronta con quattro milioni di contributi

Già pubblicati avvisi per richieste generali di contributo ed eventi di musica e teatro

Contributi per oltre 2,4 milioni di euro da erogare con otto bandi, più 1,6 milioni per iniziative proprie e un bando aperto per intercettare proposte che non rientrano nei settori tradizionali di intervento. A tanto ammonta il tesoretto 2019 che la Fondazione Cassa di Risparmio di Terni è pronta a riversare sul territorio di riferimento, che comprende anche il comprensorio di Narni e Amelia, per finanziare progetti che vanno dagli eventi musicali e teatrali fino al welfare di comunità. L’operazione di sostegno a progetti e iniziative del e per il territorio è stata presentata mercoledì mattina dal presidente Luigi Carlini che, seppur con cautela, non ha escluso che l’impegno della Fondazione Carit per l’anno appena avviato possa perfino crescere dopo l’approvazione del consuntivo 2018 o nell’ipotesi di recupero dei residui passivi di stanziamenti inutilizzati o erogati parzialmente.

Bandi Fondazione Carit Due i bandi già pubblicati il 16 gennaio, tra cui quello più ricco da 1,1 milioni di euro destinato a rispondere positivamente alle “richieste generali di contributo”, più il fondo da 250 mila euro per gli eventi musicali e teatrali: per entrambi è già possibile presentare i progetti da ammettere a finanziamento. Il 28 febbraio, poi, sarà pubblicato il bando per assegnare 300 mila euro di contributi a iniziative sportive, mentre il 9 maggio è attesa la procedura da 80 mila euro per consegnare arredi innovativi alle scuole. Welfare di comunità e lettori madre lingua saranno, invece, i due interventi al centro di altrettanti avvisi della Fondazione Carit per 280 mila e 200 mila euro. Chiudono il cerchio degli otto bandi mirati gli 80 mila euro a disposizione per le uscite didattiche degli studenti, pubblicazione attesa per l’inizio di settembre, e quello per sostenere onlus ed enti ecclesiali programmato per ottobre con una dotazione di 120 mila: «Continuiamo – ha detto in conferenza Carlini – con lo strumento dei bandi a tema, frutto anche quest’anno di una capillare fase di ascolto con il territorio che ha permesso alla Fondazione di individuare le principali necessità sulla base delle quali sono stati scelti i contenuti».

I commenti sono chiusi.