domenica 30 aprile - Aggiornato alle 12:58

Gelo, mille chiamate al giorno a Umbra Acque. Terni, l’avviso ai consumatori. Tra Foligno e Spoleto gravi problemi

Richieste decuplicate: «Priorità alle emergenze». Codici: «Non pagate il Sii per gli interventi» e Vus: «Proteggete i contatori»

Ondata di gelo e problemi al servizio idrico in tutta l'Umbria

Da Terni a Perugia passando per Spoleto e Foligno, il gelo mette ko il servizio idrico. Circa mille chiamate al giorno contro le cento che, in media, arrivano al centralino di Umbra Acque per segnalare guasti. Tante ne hanno fatte i cittadini in queste ore a causa del gelo che ha provocato numerose rotture delle condotte idriche e in particolare ai contatori. Le temperature in alcune aree servite da Umbra Acque hanno raggiunto anche i dieci gradi sotto lo zero, facendo così rimanere molte famiglie senza acqua. «Di conseguenza – spiega la società – abbiamo più che triplicato il numero di operatori, ma la gravità della situazione e l’entità dei danni prodotti dal gelo, pur con intensità differenziata da comune a comune, comporta spesso difficoltà a prendere la linea e parlare con un nostro operatore. Chiediamo pertanto alla clientela di riprovare comunque a contattarci o segnalare le necessità direttamente ai nostri operatori in servizio sul territorio».

ACEA SI RAFFORZA IN UMBRIA

Gli interventi Quattrocento, tra sabato e lunedì, gli interventi fatti per riparare guasti e sostituire contatori, ai quali hanno lavorato 80 persone nei turni di giorno e 25 in quelli di notte: «Stiamo lavorando ininterrottamente – spiega ancora la società – dando priorità alle urgenze. Purtroppo la situazione di emergenza e l’entità delle segnalazioni comportano una inevitabile dilatazione dei tempi di intervento. Stiamo comunque rispondendo a tutte le richieste». Le previsioni meteo per i prossimi giorni parlano di temperature ancora molto base e così l’azienda suggerisce di «proteggere adeguatamente i contatori con materiale isolante, in particolare quelli maggiormente esposti alle intemperie, e in caso di rottura provvedere intanto alla chiusura del rubinetto di arresto».

Terni A Terni il Sii ha già spiegato di essere al lavoro per risolvere i guasti causati dall’ondata di gelo ma ad avvertire i consumatori è l’associazione Codici che attraverso il presidente Massimo Longarini ha raccolto le numerose segnalazioni di utenti che con il freddo polare di questi giorni hanno subito la rottura ed il malfunzionamento dei contatori dell’acqua (con contestuale interruzione del servizio e danni conseguenti): «Ci è giunta notizia che il SII –Servizio Idrico Integrato- pretenderebbe un costo di intervento pari a 55 euro. Se così fosse tali somme non sarebbero dovute anche perché la strumentazione adottata dal gestore (peraltro decaduto dall’appalto ad avviso di questa associazione) è desueta e non conforme alle recenti disposizioni comunitarie. Si invitano i cittadini interessati a rivolgersi al nostro sportello sito in Terni, Via San Martino 104 (nei pressi dello Stadio) , primo piano per le eventuali contestazioni. I nostri operatori sono presenti la mattina del lunedì, mercoledì e giovedì dalle 10 alle 11 ed i pomeriggi del martedì, mercoledì e venerdì dalle 16 alle 17,30. Per contatti il telefono è 333 5252185 dove potrete scrivere anche via whatsapp, ovvero via face book o via mail al seguente indirizzo: [email protected]

Foligno e Spoleto Intanto la situazione resta critica anche tra Spoleto e Foligno dove, già nei giorni scorsi, l’ondata di freddo aveva lasciato centinaia di famiglie senza acqua a causa dei contatori gelati e di alcuni guasti a cui tuttora i tecnici della Valle Umbra Servizi stanno lavorando. In particolare il gestore del servizio spiega che sono stati rilevati gravi problemi di approvvigionamento in vaste area del territorio, dove pesa anche l’abbassamento dei livelli dei serbatoi, causati da perdite ai contatori o alle reti di adduzione e distribuzione. Il personale dell’azienda pubblica continua a lavorare per individuare i guasti alla rete ed eseguire gli interventi di ripristino. Per questo già dalle prossime ore l’acqua potrà mancare nelle zone di Montefalco, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Giano dell’Umbria, Spoleto nelle zone di San Martino in Trignano, San Giovanni di Baiano, Baiano, Crocemarroggia, Casette di Crocemaroggia, Villamane, Collefabbri, zona Somma Valdarena; Castel Ritaldi; Campello sul Clitunno in zona Lenano, Spina Nuova e Vecchia; Spello in zona Renaro. In previsione di un ulteriore abbassamento delle temperature Vus invita tutti i cittadini a provvedere alla protezione dei contatori stessi per evitare la conseguente interruzione dell’erogazione dell’acqua. Per avere informazioni rivolgersi al numero verde 800 663036.