Quantcast
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 16:34

Festival del giornalismo, Ciccone alle istituzioni: «Venite al secondo incontro». Ai perugini: «Terrò conto di voi»

La fondatrice Arianna Ciccone

di Maurizio Troccoli

Ci sarà un incontro pubblico, il secondo e, questa volta, gli organizzatori del Festival del giornalismo, Arianna Ciccone e Chris Potter, gradirebbero molto la presenza delle istituzioni.

Alle istituzioni  «L’avremmo gradita anche la prima volta – dice Ciccone al telefono con Umbria24 – e preciso che l’invito era stato rivolto a tutti i rappresentanti istituzionali attraverso i media anche tenendo conto di una comunicazione più attuale e meno ingessata. Tuttavia avevamo trasmesso l’invito anche direttamente ai massimi rappresentanti istituzionali, quindi alla presidente della Regione, tramite l’addetto stampa Franco Arcuti che aveva garantito di comunicarlo ufficialmente alla presidente, e al sindaco di Perugia Vladimiro Boccali. Ci ritroveremo, spero, il due novembre, ma è probabile che anticiperemo a martedì 29 ottobre». Insomma un nuovo incontro pubblico alla luce degli sviluppi che ci sono stati intorno all’edizione 2014 del Festival del giornalismo, con la conferenza stampa di mercoledì dei due assessori alla Cultura della Regione Fabrizio Bracco e del Comune Andrea Cernicchi, con cui è stato chiesto pubblicamente agli organizzatori di rimanere a Perugia.

Clima più disteso  «Basta con le polemiche – dice Ciccone a Umbria24 – in questi giorni stanno succedendo tante cose importanti che credo siano un segnale positivo. Innanzitutto credo stia vincendo la partecipazione dei cittadini, il loro desiderio di confronto con le istituzioni ma anche con chi rappresenta il mondo della cultura. Su facebook, twitter, youtube e alcuni blog abbiamo ricevuto messaggi da parte di molti perugini che non ci lasciano indifferenti. Anzi ci hanno fatto riflettere molto e abbiamo garantito loro che nella decisione che stiamo maturando terremo conto anche del loro attaccamento al festival, delle importanti parole che ci hanno inviato, del legame di questa città a questo evento. Terremo molto a cuore le loro parole. Ma molto ancora è avvenuto anche versante internazionale. C’è un dialogo aperto e continuo con le varie anime del Festival che offrono idee, proposte, suggerimenti, azioni concrete che ci fanno molto ben sperare sulla continuità di questo appuntamento e sull’idea del fondo. Non nego che proposte sono arrivate da tante città non soltanto italiane».

«Vince la partecipazione» Insomma il clima è più disteso, il messaggio dei cittadini prima ancora che di quello dei politici, insieme a quello dei numerosi amici del festival del giornalismo di tutto il mondo sta allontanando progressivamente il fantasma della chiusura. Ovvio, resta in piedi il rebus sulla location. A riguardo – in molti sperano – che gli eventuali nodi ancora esistenti e che non garantiscono ad oggi, a Perugia, l’edizione 2014, potrebbero sciogliersi con un segnale di partecipazione e con la volontà di confronto da parte delle istituzioni all’appuntamento pubblico del 2 novembre o, se anticipato, del 29 ottobre. Ma pare che l’assessore Cernicchi abbia detto che preferirebbe un incontro «dietro una scrivania», per risolvere la questione, per poi aggiungere: «Oggi stesso contatterò Arianna e Chris». «Se ci chiama – dice ancora Arianna Ciccone a Umbria24 – saremo felici di questo, all’assessore dirò che è importante che si continui pubblicamente. Questo non è un affare privato. Così come abbiamo fatto noi, anche con la diretta streaming e, così come hanno fatto loro – in maniera lodevole – con lo streaming e con una significativa partecipazione. Io credo che abbiamo inaugurato un metodo che, a prescindere dal risultato finale della vicenda del festival, è un bene per la città, per tutti noi. Sta vincendo la partecipazione dei cittadini. La gente vuole il confronto con le istituzioni e lo vuole a viso aperto. Dobbiamo continuare su questa linea perchè abbiamo lanciato un metodo che mi auguro le istituzioni continueranno a sposare non solo nel dialogo con gli organizzatori del festival del giornalismo, ma nel dialogo con la città, con gli abitanti e in tutte le occasioni possibili di partecipazione, che spero siano sempre di più»

Una replica a “Festival del giornalismo, Ciccone alle istituzioni: «Venite al secondo incontro». Ai perugini: «Terrò conto di voi»”

  1. Paolo Cintia ha detto:

    Troppo tardi, i soldi della regione umbria non li vogliamo più! Ah no, era l’altroieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.