lunedì 21 ottobre - Aggiornato alle 03:10

Eurochocolate tiene ma volta pagina. Per il 2019 scelto il bottone: «Ora di ricucire con la città»

Primo weekend secondo le attese: «Poi maltempo ha pesato». Guarducci: «Prossima edizione sarà pensata dai bambini per i bambini»

Guarducci con il simbolo di Eurochocolate 2019

di Ivano Porfiri

Niente numeri di presenze per l’edizione numero 25 di Eurochocolate, il che normalmente vuol dire che i risultati sono al di sotto delle aspettative. Del resto è lo stesso patron, Eugenio Guarducci, ad ammetterlo con la consueta ironia: «Volevamo fare il botto, abbiamo fatto il bottone», dice riferendosi al tema scelto per il prossimo anno. La tradizionale conferenza stampa di fine evento, che si è svolta alla Loggia dei Lanari, in questa occasione è stata diversa dal solito. Toni meno scoppiettanti (nonostante l’entrata in scena spettacolare con il mega bottone color cioccolato e la miss vestita di bottoni) e parole più pesate, meno marketing e più riflessione. Sarà l’età, del resto con 25 primavere alle spalle si tende a diventare adulti.

MERCATO COPERTO, GUARDUCCI INSISTE

Bilancio in chiaroscuro Quanto al bilancio dell’edizione numero 25, viene definito «positivo» anche se ha pesato e non poco il maltempo, condizionando pesantemente la seconda domenica. «Fino ad allora abbiamo mantenuto il trend delle precedenti annate – ha detto Guarducci – poi le previsioni anche un po’ catastrofiste hanno tenuto lontane tante persone. Per questo vedere lo stesso tanta gente domenica, nonostante la pioggia, ci ha commosso». L’applicazione WiseTown, che ha monitorato i flussi grazie alla sinergia con l’azienda Teamdev e ai dati provenienti dalle celle telefoniche, per il primo fine settimana ha evidenziato numeri che, senza maltempo, avrebbero proiettato a circa un milione di visitatori. «Tutto si è svolto in sicurezza e in maniera ordinata – ha commentato l’assessore comunale Cristiana Casaioli – anche lo smontaggio in fretta e furia per fare spazio alla Fiera dei morti è prova di una solida collaborazione». Un plauso è andato anche al team multietnico che, insieme a Gesenu, ha mantenuto pulita l’area della manifestazione.

Eurochocolate volta pagina Poi è venuto il momento di guardare al futuro. «Dopo 25 anni – ha esordito Guarducci presentando l’edizione 2019 – abbiamo scelto un tema e un claim, Attacca bottone, perché è venuto il momento di ricucire. Ricucire con la città di Perugia, ricucire tra centro e periferia, ricucire con le associazioni di categoria, con le quale non ci vediamo da molti anni per il “tavolo” che un tempo serviva a pianificare tutto». Del resto, la simbologia del bottone e i giochi di parole che evoca invitano a pensare a un mondo giocoso ma anche antico, di ritorno a valori tradizionali.

Guarducci attacca bottone «Un bottone nasce per unire due lembi di tessuto, i nostri bottoni nascono per unire pensieri ed esperienze anche diverse, pensiamo di avere filo robusto e a sufficienza, l’ago non servirà per pungere nessuno – si legge nella ‘Lettera del Bottone’, una sorta di manifesto per il futuro di Eurochocolate . Sentivamo l’esigenza di aprire un nuovo corso, che non sarà fatto solo di nuovi claim, nuovi prodotti, nuove ‘guarducciate’. Dobbiamo tornare a parlarci e a mettere da parte sterili incomprensioni o indifferenze per privilegiare la reciproca capacità di ascolto. Questo sarà il nostro sincero impegno da oggi».

Edizione 2019 L’idea base per il prossimo anno (18-27 ottobre 2019 le date) è quella di mettere in piedi una manifestazione più a misura di bambino. Per questo saranno proprio loro, i bambini di Perugia, con un concorso di idee che verrà lanciato nelle scuole, a progettare una Eurochocolate fatta per attrarre i propri coetanei. E poi il ricucire porterà eventi anche fuori dal tradizionale teatro di corso Vannucci. «Penso a piazza del Bacio – ha chiarito Guarducci – ma anche altri luoghi periferici con iniziative spot ma che creino legame col territorio». E poi resta il sogno Città del cioccolato al Mercato coperto.

Trentino e Giappone In attesa del 2019 il format goloso viaggerà un po’ in giro per l’Italia e per il mondo con Eurochocolate Christmas, dal 13 al 16 dicembre nelle Dolomiti della Paganella, e Eurochocolate Osaka, a febbraio nella città giapponese.

I commenti sono chiusi.