Quantcast
domenica 17 ottobre - Aggiornato alle 23:48

Eurochocolate, municipale senza rinforzi. Dalle centinaia di bus alle bottiglie: il piano sicurezza e viabilità

Venerdì si apre l’edizione numero 25, decine di agenti impegnati. Ecco cosa cambia per auto e pedoni

di Daniele Bovi

Dalle auto ai pedoni, dagli autobus fino a lattine e bottiglie. Mentre in città fervono i preparativi in vista dell’apertura dell’edizione numero 25 di Eurochocolate, fissata per venerdì mattina, in queste ore vengono messi a punto i provvedimenti che riguardano la viabilità e la sicurezza. Tutti impegnati gli agenti della polizia municipale tanto che, come spiega a Umbria24 la comandante Nicoletta Caponi, dovrà essere chiuso anche l’ufficio contravvenzioni vista la carenza di personale.

Nessun aiuto Quest’anno poi, a parte una pattuglia da Gubbio sabato e domenica i Comuni vicini, anche loro alle prese con diversi problemi, non forniranno rinforzi. Sempre sul fronte sicurezza oltre a un rafforzamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine (sia nell’area della manifestazione che lungo le strade), è stata firmata dal sindaco l’ordinanza con la quale nelle quattro giornate più critiche (cioè nei due weekend del 20-21 e 27-28 ottobre) viene imposto lo stop alla vendita di tutti i tipi di bevande in bottiglie di vetro o lattine.

EUROCHOCOLATE 2018, LE NOVITÀ

FOTO: IL NUOVO CAFFÈ MORLACCHI E IL NEGOZIO SOTTO LE LOGGE

Vetro e lattine Il provvedimento sarà valido dalle 8 alle 20 ed è in vigore per il secondo anno consecutivo: dopo il primo weekend del 2017 infatti il Comune notò che erano davvero troppe le bottiglie e le lattine abbandonate lungo le strade di Eurochocolate o stipate in secchi che non ce la facevano più a contenerle. Per motivi legati al decoro ma anche alla sicurezza dunque in tutta l’area del centro e della stazione di Fontivegge non si potranno vendere bottiglie di vetro o lattine «al fine di prevenire eventuali pericoli per la pubblica e privata incolumità, tenuto anche conto – è scritto nel provvedimento – che nei fine settimana è prevedibile una rilevante partecipazione di pubblico».

VIDEO – GUARDUCCI SUL TEMPORARY STORE DELLE LOGGE

Viabilità Venendo alla viabilità, sempre nei due weekend dalle 8 alle 24 (ma gli orari potranno variare a seconda delle esigenze) ci sarà il divieto di sosta e transito in tutta l’area Ztl (che non varrà per residenti e altre categorie, almeno fino a quando le condizioni di sicurezza lo consentiranno). I mezzi addetti al carico e scarico poi avranno tempo per lavorare fino alle 9. In piazza Italia nei due fine settimana dalle 8 alle 20 saranno soppresse tutte le fermate dei bus (spostate a piazza Partigiani) e ci sarà il divieto di transito per tutti i veicoli e quello di sosta, con rimozione di tutti gli spazi esistenti.

VIDEO: A EUROCHOCOLATE NUOVO SISTEMA DI MONITORAGGIO

I bus Assai delicata la gestione degli autobus che rischiano di intasare l’area di Pian di Massiano. L’anno scorso nel primo weekend ci fu il record con 280 arrivi, mentre in quelli passati il numero è oscillato tra i 230 e i 250. Per tutti sarà vietata la fermata nell’intero territorio cittadino, a parte il terminal bus di Pian di Massiano (e l’area di via Perari, dietro il terminal, per un massimo di 30 minuti) che sarà dedicato ad accogliere le centinaia di mezzi attesi; da qui, i turisti per raggiungere il centro utilizzeranno il Minimetrò, che ha messo a disposizione tre biglietterie, con afflusso e deflusso facilitati grazie all’uso di transenne e new jersey. Dalle 9 alle 20 inoltre sarà vietato il transito nell’area Ztl anche a taxi e Ncc, che nei weekend potranno fermarsi solo in piazza Cavallotti e piazza Morlacchi.

I provvedimenti Stop alle auto in via del Bulagaio, tra via Sperando e via della Pergola, mentre non si potrà viaggiare da via XX Settembre in direzione centro; in più chi proviene dalle aree limitrofe dovrà per forza dirigersi verso via D’Andreotto. Con il provvedimento (che verrà applicato in maniera flessibile, a seconda della situazione) si istituisce anche il divieto di fermata in via Pellini tra la Kennedy e via della Sposa, e in via Fiorenzo di Lorenzo; niente fermata anche in via Bonfigli tra via San Costanzo e via San Girolamo mentre in Borgo XX Giugno obbligo di direzione diritta all’incrocio con via Madonna di Braccio. Sempre nei due weekend divieto di transito per tutti i veicoli in via Campo Battaglia, tra via del Mercato Coperto e la piazzetta, mentre in via Solitaria ci sarà il senso unico alternato. Oltre a ciò a piazzale del Bove non si potrà transitare né lasciare l’auto nei due fine settimana.

Pedoni Per quanto riguarda i pedoni l’area più critica sarà quella del Pincetto, stazione di arrivo del Minimetrò, e di via della Rupe, in particolare quel cul de sac tra via Oberdan e piazza Matteotti, dove ci sarà un grande afflusso di persone in entrata e in uscita. Visti i cantieri ancora operativi in zona, l’assetto rimarrà quello dello scorso anno: quando l’afflusso sarà notevole i pedoni che arriveranno in centro con il Minimetrò non potranno salire e girare a destra lungo via Oberdan bensì dovranno obbligatoriamente andare verso via Campo Battaglia, Sant’Ercolano, via Floramonti e poi via Marzia. Anche alla Rocca Paolina, quando il numero di persone raggiungerà la soglia critica le scale mobili funzioneranno solo in salita. In campo anche i volontari della Protezione civile del gruppo Perusia e le altre associazioni di volontariato. La sala operativa rimarrà aperta nei quattro giorni dalle 7.30 alle 20.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.