Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 00:04

Due forti scosse di terremoto nel Centro Italia, in provincia di Ascoli Piceno. Poi a Genova

La prima di magnitudo 4.1 alle 12.24  poi di 3.6 appena un minuto dopo. Nel pomeriggio di 4.1 nel capoluogo ligure.

Due forti scosse e poi una terza si sono registrate in Centro Italia, in provincia di Scoli Piceno. La più forte p stata di magnitudo 4.1 della scala Richter, alle 12.24 di giovedì, poi di 3.6 appena un minuto dopo e dopo altri due minuti di magnitudo 2. Siamo sempre nell’area di Folignano, in provincia di Ascoli Piceno, vicino Civitella Del Tronto. C’è chi sostiene che sia stata avvertita anche in Umbria, nella zona meridionale del Ternano. La scossa più forte quella di 4.1, secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è stata registrata a 24 chilometri di profondità, quella successiva di magnitudo 3.6 è stata invece registrata molto più in superficie, a 10 chilometri, presumibilmente altrettanto avvertita dalla popolazione. Non sono stati segnalati danni a persone o cose e i vigili del fuoco non hanno ricevuto segnalazioni di intervento.

Scossa a Genova
Nel pomeriggio, un’altra forte scossa di terremoto, di magnitudo 4.1 è stata avvertita a Genova, alle 15.39. Molte persone in città sono uscite dalle case e dagli uffici: i Vigili del Fuoco hanno rivenuto molte segnalazioni ma al momento non c’è nessuna richiesta di intervento. Per l’istituto nazionale di Geosifica e Vulcanologia l’epicentro è stato a Bargagli alle 15.39 a 10 chilometri di profondità.

I commenti sono chiusi.