domenica 16 giugno - Aggiornato alle 02:46

Decathlon riqualifica la palestra del carcere di Spoleto e offre borse lavoro ai detenuti

Fondazione fornisce materiali ai reclusi di Maiano, a breve anche sistemazione campo da calcio

I giovani Decathlon protagonisti del progetto

Fondazione Decathlon al fianco dei detenuti del carcere di Spoleto. Non c’è solo la fornitura dei materiali con cui i reclusi del circuito di alta sicurezza hanno risistemato la palestra interna, al centro del progetto della onlus della multinazionale francese che, per il prossimo triennio, avvia un percorso di inserimento lavorativo per i detenuti attraverso borse lavoro nel punto vendita di Foligno.

Decathlon riqualifica la palestra del carcere Al fianco della Decatlhon anche l’associazione I miei tempi, che accompagnerà l’attività dei detenuti di Maiano, che ha l’obiettivo – è stato spiegato lunedì mattina in carcere – di migliorare  le condizioni di vita dei detenuti, attraverso la partecipazione ad attività anche sportive che possano favorire il loro reinserimento sociale. In questo senso, oltre alla restyling da 28 mila euro della palestra del penitenziario, è prevista anche la riqualificazione del campo di calcio esterno: all’intervento della onlus guardano con grande attenzione anche il ministero della Giustizia, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e il Coni, protagonisti del progetto ‘Sport in carcere’, che così potrà contare su spazi idonei per le discipline, fin qui limitate a scacchi e calcio.

Borse lavoro ai detenuti Alla cerimonia di inaugurazione della palestra ha partecipato il vicesindaco di Spoleto, Maria Elena Bececco, che ha parlato di un «risultato significativo ottenuto dalla messa a sistema delle migliori risorse del territorio». Al suo fianco, naturalmente, il direttore del carcere Luca Sardella, il comandante dei poliziotti penitenziari Marco Piersigilli e il direttore di Decathlon Italia Matteo Salmaso, ma anche tutti gli educatori dell’area trattamentale dell’istituto penitenziario, con Sabrina Galanti che ha seguito direttamente il progetto, Patrizia Costantini dell’associazione I miei tempi e  rappresentanti del Coni umbro.

2 risposte a “Decathlon riqualifica la palestra del carcere di Spoleto e offre borse lavoro ai detenuti”

  1. Silvia Bellitti ha detto:

    Complimenti ottima recensione. Grazie!!

  2. Andre Gulnick ha detto:

    Perfetto, complimenti bravo continua cosi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.