lunedì 6 aprile - Aggiornato alle 12:05

Da Orvieto la sfida a San Valentino: oltre 2 mila innamorati al pozzo di San Patrizio

Grande soddisfazione per il successo della prima esperienza emozionale ‘Luna nel Pozzo’

di Lor. Pul.

E’ stata accolta con grande favore di pubblico la prima edizione di ‘Innamorati di Orvieto’ che si è tenuta dal 14 al 16 febbraio, nel week end di San Valentino. Oltre 2 mila persone presenti all’iniziativa promossa dal Comune di Orvieto in collaborazione con il comitato cittadino dei Quartieri. Particolarmente apprezzata l’esclusiva serata romantica nel celebre Pozzo di San Patrizio illuminato, sin nelle profondità, da una insolita e complice ‘Luna nel Pozzo’.

Il pozzo illuminato Eccezionalmente nella notte di San Valentino, grazie alla collaborazione di Sistema Museo, il Pozzo di San Patrizio è stato aperto dalle 22.30 a mezzanotte per accogliere 72 coppie di innamorati, la maggior parte provenienti da fuori città, che si sono affacciate dalle altrettante finestre situate all’interno del monumento. Coppie che sono state accompagnate giù per i 254 scalini in una visita guidata a tema, animata dalle poesie declamate da un attore ed intermezzi musicali di archi curati dalla Scuola Comunale di Musica ‘Adriano Casasole’. Da questo inconsueto punto di osservazione hanno potuto ammirare la suggestiva luna piena illuminata, calata nei 54 metri del Pozzo di San Patrizio costruito da Antonio Da Sangallo il Giovane, tra il 1527 e il 1537, per volere del papa Clemente VII. Molto apprezzati anche la degustazione dello spumante sperimentale Orvieto Doc curata dal Consorzio Vini Orvieto Doc.

La serenata alla città Successo, infine, anche per la ‘Serenata alla città’ di sei gruppi musicali orvietani coordinati dall’associazione AssMusicAlt che, sabato sera, si sono esibiti da alcuni dei balconi che si affacciano su corso Cavour, via del Duomo e piazza della Repubblica e per l’appuntamento con ‘Gusto, amore e… fantasia’, degustazione gratuita di prodotti tipici a cura dei produttori del partenariato “Terre d’Orvieto” che si è svolta nell’Atrio del Palazzo dei Sette. Complessivamente un successo che ha avuto riflessi anche sul movimento turistico in un periodo dell’anno tradizionalmente poco favorevole. Nel week end dal 14 al 16 febbraio sono stati 2.179 gli accessi al pozzo di San Patrizio di cui 1.215 solo nella giornata di domenica (172 gli ingressi omaggio, la maggior parte dei quali di orvietani che hanno beneficiato per l’occasione dell’ingresso gratuito riservato ai residenti). Complessivamente circa 700 biglietti in più rispetto al week end lungo del 14-17 febbraio 2019 (lo scorso anno San Valentino cadeva con il giovedì) quando erano stati 1.531.

I commenti sono chiusi.