Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 26 settembre - Aggiornato alle 07:03

Da Molino Silla all’acciaieria di Terni, la giornata del capo della polizia in Umbria

Presentato ad Amelia il progetto ‘Scegli la strada giusta’ ricordando Roberto Antiochia. Da Ast targa in acciaio per la questura

Presentato a Molino Silla di Amelia, mercoledì mattina, il progetto #sceglilastradagiusta promosso dalla Polizia di Stato di Terni – in partenariato con i Comuni di Terni e di Amelia, l’Anci, la Comunità Incontro e l’Usp (Unione scolastica provinciale) – . Una vera e propria giornata per la legalità ed il valore della vita sulle orme di Roberto Antiochia. Oltre alle autorità locali, presente il Capo della Polizia – Direttore generale della Pubblica sicurezza, prefetto Franco Gabrielli che he ha approfittato per una visita allo stabilimento siderurgico Ast di Terni.

Scegli la strada giusta Il progetto, strutturato lungo l’intero anno scolastico in una serie di interventi ed approfondimenti su temi di legalità e consapevolezza sociale, si rivolge ai giovani delle scuole secondarie di primo grado con l’inclusione dei genitori. Nel giorno della presentazione è stato presentato il docufim: ‘Roberto Antiochia – la vita di un giovane ternano per la legalità’, realizzato da operatori della Polizia di Stato in collaborazione con Alessandro Antiochia, il fratello del poliziotto ucciso nell’agguato di mafia 35 anni fa.

Ast Il Capo della Polizia Franco Gabrielli in tarda mattinata ha fatto un tour all’interno dello stabilimento di Acciai Speciali Terni, accompagnato dal questore di Terni Roberto Massucci e il Prefetto di Terni Emilio Dario Sensi. Gabrielli è stato guidato all’interno di AST dall’amministratore delegato Massimiliano Burelli, il direttore di stabilimento Massimo Calderini e il direttore di produzione Dimitri Menecali. Nell’occasione, Ast ha donato alla Questura di Terni un leggio dedicato ai caduti della Polizia di Stato, realizzato in acciaio dall’Officina Meccanica dell’Acciaieria. Il dono verrà posizionato di fronte alla Questura di Terni, accanto al già presente monumento ai caduti della Polizia di Stato.

I commenti sono chiusi.