Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 24 gennaio - Aggiornato alle 20:25

Covid, caos tra vax day e tamponi: disagi anche a Narni, sindaco scrive alla Regione

De Rebotti fa appello a Tesei e Coletto: «Attese interminabili con problemi a cascata, serve più personale»

‘L’assalto’ di domenica scorsa al centro vaccinale di Terni e l’amarezza di oltre cento persone mandate a casa perché le dosi disponibili per i non prenotati erano solo 200, passando per le lunghe code e i disagi per centinaia di utenti, in fila ogni giorno in via Bramante, che devono sottoporsi a tampone, spesso a regnare, sulle pratiche disponibili per tracciare e combattere il covid, è il caos. E a quanto pare i problemi non riguardano solamente il capoluogo di provincia. A fare luce sul caso Narni ad esempio è il primo cittadino Francesco De Rebotti che, sulla scia di quanto fatto da molti altri sindaci per riaperture prolungate e quotidiane degli hub vaccinali, va in pressing sulla Regione per il drive though, chiedendo un’iniezione di personale per fronteggiare al meglio la pandemia.

I commenti sono chiusi.