Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 23:44

Covid, a Perugia un febbraio horribilis: già 74 morti. E in Umbria si arriva a quota mille

Report del ministero: «Mortalità in crescita solo nel capoluogo umbro». Colpita fascia da 75 anni in su

Andamento mortalità giornaliera a confronto con media ultimi 5 anni (Fonte Rapporto SiSMG)

di Ivano Porfiri

Per Perugia, ma anche per altre città dell’Umbria, febbraio si sta configurando come il mese horribilis dall’inizio della pandemia per Coronavirus. In 22 giorni, Perugia è salita finora da 147 a 221 decessi cioè 74 persone hanno perso la vita solo per il Covid. Si consideri che nel febbraio 2020 erano morte nel capoluogo umbro 138 persone in totale, per tutte le cause, mentre il mese peggiore per il virus era stato novembre con 51 decessi. Un dato che ha trainato il conteggio regionale, che proprio in queste ore sta valicando la drammatica soglia dei mille morti. E anche il nuovo aggiornamento del report sull”Andamento della mortalità giornaliera (SiSMG)’ in 33 capoluoghi italiani, pubblicato dal ministero della Salute, rileva come «nelle ultime settimane si rileva un trend di incremento solo a Perugia».

INTERATTIVO: MORTALITA’ 2020 VS MEDIA

Incremento mortalità Il report del SiSMG confronta, per ognuno dei 33 comuni considerati, la mortalità giornaliera reale, causata da qualsiasi motivo, con quella attesa e calcolata nei 5 anni precedenti. In questo modo permette di osservare, non solo gli aumenti dei decessi direttamente collegati al Covid-19, ma anche quelli indirettamente collegati e dovuti, ad esempio, all’impatto dell’emergenza sulle strutture sanitarie in termini di riduzione di visite e ricoveri per altre patologie.

TASSO OGNI 100 MILA ABITANTI: DATI COMUNE PER COMUNE

Dati di Perugia Ebbene, se c’era stato un aumento del 51% a novembre con 189 decessi a fronte dei 125 attesi e del 13% a dicembre (169 contro 149), a gennaio la mortalità è andata sotto il livello medio con 156 decessi sui 175 previsti (-11%). Ma poi febbraio è subito apparso come il mese peggiore finora. Un’accelerazione era già iniziata con la settimana a cavallo tra fine gennaio e inizio febbraio con 48 morti contro e 35 previste, anche qui con 41 nelle fasce dai 75 anni in su. Poi in quella 3-9 febbraio ci sono state 54 morti contro le 33 della media degli ultimi 5 anni, di cui 30 tra le persone con oltre 85 anni e 11 tra 75 e 84 anni. In quella settimana i decessi ufficiali Covid sono stati 22.

INTERATTIVO:COVID-19, MORTALITÀ DELLA SECONDA ONDATA: MAPPA DEI COMUNI

Morti Covid Per quelle successive, non ancora rilevate dal report del ministero, abbiamo solo i dati ufficiali Covid della Regione. Dal 10 al 16 febbraio sono state 16, quella dopo è ancora in corso ma sono già 21. Un trend che fa pensare che ci si possa avvicinare a 100 con un possibile incremento dei decessi totali mai visto finora da inizio pandemia.

Interattivo: andamento della mortalità per comune

I commenti sono chiusi.