Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 17:25

Covid-19 non spaventa il Museo delle Mummie: «Ingressi cresciuti del 65 per cento»

Ferentillo sorride per il bilancio di luglio, ma è merito anche del biglietto integrato con la Cascata delle Marmore

Museo delle Mummie di Ferentillo

C’è anche chi cresce del 65 per cento sul luglio del 2019. E’ il caso del Museo delle Mummie del piccolo comune di Ferentillo dove, il mese scorso, sono entrati 1.500 visitatori a fronte dei 900 contati lo stesso mese dell’anno passato. Tant’è che l’Aps Visit Ferentillo, infatti, dice che il bilancio di luglio «lascia ben sperare per il prosieguo della stagione che era cominciata molto male a causa della chiusura forzata per il Covid-19 e poi con tutte le incertezze dovute ai regolamenti per l’anticontagio nei luoghi della cultura».

A portare l’incremento di turisti al Museo delle Mummie, con ogni probabilità, è stato il biglietto integrato da poco attivato con la Cascata delle Marmore che ha spinto i visitatori anche alla abbazia di San Pietro in Valle, dove si sono contati 100 ingressi in più rispetto al luglio 2019, come si legge in una nota. «Il museo e l’abbazia, entrambi di proprietà della parrocchia di Ferentillo, beneficeranno a breve di un’mportante valorizzazione e promozione turistica integrata con tutti i musei della provincia di Terni, grazie alla partecipazione al progetto “La valle incantata” di recente finanziato dalla Regione, destinato a portare ancora più turisti a scoprire questi luoghi meravigliosi dell’Umbria».

I commenti sono chiusi.