Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 20 ottobre - Aggiornato alle 03:32

Covid-19, tre morti nelle ultime 24 ore. Umbria torna in verde in Europa: giù contagi e incidenza

Andamento epidemico ancora in flessione, scivola a 0,71 anche l’Rt e negli ospedali è tutto sotto controllo

©Fabrizio Troccoli

I casi di Covid-19 ogni 100 mila abitanti scivolano da 105 a 89, mentre le nuove infezioni diminuiscono ulteriormente del 24,9 per cento. Lo dice la rilevazione settimanale 29 settembre-5 ottobre della Fondazione Gimbe che in Umbria certifica un nuovo miglioramento della situazione epidemica proprio nei minuti in cui il Nucleo epidemiologico regionale parla di un trend in diminuzione che continua a caratterizzare la pandemia in Umbria. Tant’è che oggi il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha fatto tornare in verde l’Umbria, dopo diverse settimane di arancione.

Incidenza più alta tra 3-5 anni In particolare, gli esperti di Perugia, Marco Cristofori e Carla Bietta, evidenziano che l’incidenza settimanale mobile dei casi si attesta a 27 ogni 100 mila abitanti, mentre la scorsa settimana girava intorno a 38. In questo senso anche l’Rt subisce una flessione, attestandosi a 0,71 a fronte dello 0,78 dell’ultimo report sul Covid-19 in Umbria. Restano confortanti, poi, anche i cosiddetti indicatori di gravità, morti e ricoverati. In particolare, negli ospedali, come spiega anche Gimbe, l’occupazione dei posti letto sia in area medica che in Terapia intensiva resta sotto la soglia di saturazione, vale a dire al 7 per cento per entrambe le tipologie di ricovero. Cristofori e Bietta, comunque, segnalano che nella settimana in questione l’incidenza di Covid-19 più elevata in questa settimana viene riscontrata nella classe di età 3-5 anni, mentre a livello territoriale lo stesso dato è ovunque sotto quota 100 anche se Orvieto (72) e Foligno (70) fanno rilevare un’incidenza ampiamente maggiore alla media regionale.

Bollettino 7 ottobre Tuttavia, nelle ultime 24 ore in Umbria sono morte altre tre persone, con il bilancio delle vittime salito a 1.454. Emerge dal bollettino del 7 ottobre 2021 sulla diffusione della pandemia in Umbria dove si sono contati 51 nuovi positivi e 49 guariti, con gli attualmente positivi che sono diventati 733, uno in meno di mercoledì. I nuovi casi di Covid-19 sono emersi all’esito di 1.923 tamponi e 4.099 test antigenici, con un tasso di positività sui soli molecolari del 2,6 per cento, in diminuzione su quello di giovedì scorso che girava al 3 per cento. La positività scende allo 0,8 per cento prendendo in esame anche gli antigienici, con il tasso che flette su quello di sette giorni fa, che si attestava a 0,97. Sul fronte degli ospedalie, invece, i ricoverati sono 51, uno in più delle 24 ore precedenti, e di questi cinque sono trattati in terapia intensiva, ossia uno in meno.

I commenti sono chiusi.