Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 5 marzo - Aggiornato alle 19:40

Covid-19 e maltempo, crolla per neve la postazione di Norcia per i tamponi drive through

A denunciarlo le opposizioni e Usl2: «Attività mai sospesa. Criticità ovviata con tenda Prociv, oltreché col camper già presente»

Crolla per neve la postazione drive through di Norcia

di Chia.Fa.

Cede sotto il peso della neve la postazione per i tamponi Covid-19 in modalità drive through di Norcia e anche la tensostruttura per le attività socio ricreative allestita all’ex campo sportivo. Cresce la conta dei danni in Valnerina dove, da martedì 5 gennaio, è in corso un’ondata di maltempo che ha provocato in tutto il territorio del cratere del sisma black out durati anche 48 ore, che hanno lasciato isolate e senza comunicazioni alcune migliaia di persone.

FOTOGALLERY

Crolla postazione tamponi Covid Dalla Usl fanno sapere che «non ci sono stati danni a persone o materiali sanitari e che la criticità scaturita dal cedimento della tensostruttura comunale messa a disposizione dell’azienda sanitaria per la postazione dedicata ai tamponi in modalità drive through di Norcia è stata ovviata con l’installazione di un’altra tenda da parte della Protezione civile regionale, con il personale che può anche contare fin dal principio sull’utilizzo di un camper parcheggiato di fronte alla tensostruttura» a causa delle basse temperature che già da un paio di mesi si registrano come di consueto nella zona. In questo senso, spiegano sempre dalla Usl, «l’attività per i tamponi in modalità dive through non ha subito sospensioni né rallentamenti» a causa del crollo provocato dalle neve, mentre «il ripristino dell’opera provvisoria è in capo al Comune di Norcia», che ne è proprietario. L’ennesima criticità provocata dalla neve nell’area Appeninica è stata denunciata dall’opposizione di Noi per Norcia che, con Giampietro Angelini, Cristian Coccia,  Antonio Duca e Pietro Iambrenghi, dice di «non avere più parole» e chiede «perché l’amministrazione comunale è prontamente intervenuta per ripristinare le luminarie, ma non ha mosso un dito per consentire il rapido ripristino di questa struttura utilissima in questa fase di emergenza sanitaria legata al Covid?».

@chilodice

I commenti sono chiusi.