giovedì 9 luglio - Aggiornato alle 04:22

Coronavirus e turismo da rilanciare: da Gubbio il progetto social ‘#RestaACasa – Viaggia in Italia’

Dall’Umbria via al tour delle influencer Miriam Chilante e Sabrina Barbante: «Riscopriamo le bellezze del nostro Paese»

L’emergenza Coronavirus sta già avendo i suoi effetti nel settore turismo in tutta Italia e allora ecco l’idea di due influencer già molto note nel panorama nazionale. Si chiama ‘#RestaACasa – Viaggia in Italia’, progetto web lanciato dalle influencer Miriam Chilante, fondatrice della Scuola Italiana Influencer e autrice del blog www.viaggisogniepassione.com, e Sabrina Barbante, fondatrice del Travel Blog ‘In my suitecase – www.sabrinabarbante.com’. Il tutto ovviamente quando sarà di nuovo possibile viaggiare in sicurezza.

Il legame col territorio Il format ‘#RestaACasa – Viaggia in Italia’ invita dunque tutti gli italiani a restare a casa, ossia nel proprio Paese, per le vacanze estive 2020. L’obiettivo è, in sostanza, favorire il turismo italiano in Italia, per contenere gli effetti del Coronavirus. Molto forte sarà il legame con il territorio: le due blogger attraverseranno l’Italia ospiti di strutture ricettive, producendo materiale testuale, fotografico e format video promozinali in forma assolutamente gratuita. Il progetto parte come auto finanziato ma diversi sponsor stanno aderendo per abbattere ulteriormente i costi di gestione degli hotel e supportare il piano. In più, in ogni regione teatro del tour saranno coinvolti altri giovani content creator del posto, da blogger a video maker, da fotografi a influencer e micro influencer.

Il progetto «Viaggeremo da nord a sud – spiegano le ideatrici del progetto – per raccontare il territorio italiano attraverso il nostro blog tour sui social. Sarà una piccola marcia verso la ri-scoperta del nostro Paese, con un focus particolare sulle storie di chi ogni giorno promuove l’Italia nel mondo. Il progetto infatti ha l’obiettivo di fornire un’alternativa sostenibile al Paese e agli italiani, incentivando un turismo autoctono e soprattutto invitando i viaggiatori a non abbattersi e a restare in Italia quando volare altrove non è possibile».

Le strutture Il primo step sarà dunque proprio l’Umbria, Gubbio in particolare. «Attori del progetto sono le strutture ricettive che in queste settimane hanno visto annullarsi tutte le prenotazioni come hotel, B&B, e case vacanza. Parteciperanno anche ristoranti, guide turistiche e tour operator. E inoltre molti enti del turismo regionali hanno accettato di partecipare, così come parchi ed attività ricreative».

I tempi «Il blog tour inizierà non appena sarà possibile viaggiare in sicurezza per evitare conseguenze sanitarie. Da subito però il web ha risposto positivamente aderendo al movimento #RestaAcasa, condividendo foto e stories sui social e invitando gli italiani a condividere momenti sereni nel nostro meraviglioso Paese. Anche ora che molti sono costretti a casa, si può lanciare un messaggio di positività e speranza. Chiunque fosse interessato a partecipare al Blog Tour può contattarci sui social».

I commenti sono chiusi.