Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 27 gennaio - Aggiornato alle 05:59

Coop Centro Italia a Terni è anche attenzione all’ambiente e al sociale

Messi a dimora venti alberi nell’orto dei Centri diurni per disabili. Settimana scorsa taglio del nastro per il cestino mangiaplastiche

di M.S.G.

‘Metti…amo radici’. Questo lo slogan di un’importante iniziativa che coinvolge gli assistiti dei centri diurni per disabili adulti di Terni dell’Azienda Usl Umbria 2, nel bio-orto Sant’Efebo nel quartiere San Valentino. Nel corso di un appuntamento promosso da enti pubblici, sponsor privati e cooperative sociali, oltre alla Usl Umbria 2, sono stati messi a dimora venti ulivi e alberi da frutto donati dalla Coop Centro Italia.

Terni Liberato lo spazio esterno del Centro giovanile Sant’Efebo, dalle sterpaglie, è stato allestito un orto a scopo ludico-ricreativo, curato dagli ospiti dei centri diurni, in collaborazione con gli operatori sociali che se ne occupano. il terreno ospita un ricovero per le api e si avvia all’installazione di un percorso sensoriale. Grazie al contributo di Coop centro Italia, mercoledì mattina sul terreno sono stati messi a dimora 20 nuovi alberi, 6 da frutto e 14 ulivi che rientreranno nelle stimolanti attività di cura rigenerativa per gli animi dei disabili che trovano sollievo nel contatto diretto con la natura. Ciascuna pianta sarà adottata e avrà un nome. Dalla cooperativa della Gdo un segnale di attenzione al territorio, l’ennesimo. In ottica ambientale, come già avvenuto per il seabin di Piediluco, e stavolta anche sociale.

I commenti sono chiusi.