Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 04:07

Consorzio Tevere-Nera: agosto di lavori dalla Valnerina a Penna in Teverina

Cantiere più significativo a Stroncone. Da Arrone arriva la segnalazione per il fosso ‘Polino’: «È in condizioni pericolose»

di M.R.

Diversi i cantieri operativi in tutto il comprensorio, avviati già a inizio mese: per il Consorzio di bonifica Tevere Nera sarà un agosto di intenso lavoro.

Il caso di Arrone L’intervento più importante riguarda il fosso di Stroncone; a breve sarà effettuato il collaudo del ponte di via di Vittorio nella parte a valle, per procedere poi alla demolizione e al rifacimento dell’opera nella parte a monte. Sul Fiume Nera e sui suoi affluenti nella città di Terni – fanno sapere dall’ente – si sta avviando il ripristino dell’officiosità idraulica oltre all’ordinaria manutenzione». Ma cantieri aperti o in fase di apertura sono distribuiti su tutto il territorio della provincia. Si va da Penna in Teverina fino alla Valnerina. Qui in particolare a Umbria24 alcuni residenti nel Comune di Arrone segnalano la pericolosità del fosso Polino, per le condizioni nelle quali versa. Completamente occupato dalla vegetazione spontanea, si teme per le conseguenze di una bomba d’acqua che potrebbe verificarsi. Stando a una verifica effettuata da Umbria24, al Consorzio la bonifica di quel tratto risulta effettuata a maggio dello scorso anno, ma i cittadini che hanno cercato di far leva sul Tevere-Nera anche tramite il Comune, sarebbero pronti a giurare di no. Ad ogni modo, siccome non lontano da bacino in questione, il consorzio interverrà a breve, l’invito ai residenti è quello di inviare apposita richiesta di sopralluogo, scaricabile dal sito internet. «Per i vincoli di area parco e tutuela faunistica – sottolinea il presidente Massimo Manni – in Valnerina siamo impossibilitati a fare determinati interventi dal 15 novembre al 31 luglio di ogni anno, quindi concentreremo l’attività nei mesi che restano e non a caso abbiamo già iniziato».

FOTOGALLERY

Nell’Amerino  Ingenti inoltre le operazioni che riguardano da vicino il Torrente Rio Grande nel Comune di Amelia e di Penna in Teverina. Operai del Consorzio quotidianamente a lavoro nel tratto amerino per rimuovere una gran quantità di piante di alto fusto caduta nel torrente nel corso degli anni e incrementate a seguito delle precipitazioni delle scorse settimane. Nella zona del Comune di Penna in Teverina si stanno invece posizionando le scogliere per consolidare le sponde del Torrente. Taglio della vegetazione, aggiustamenti delle arginature e pulizia dell’alveo anche nei Fossi della Valnerina (Collestatte) e nel Fosso Colatore nel Comune di San Gemini (Quadrelletto). Ultimati invece i lavori di rifinitura e rimozione delle piante nel Torrente Arnata (Collesecco). Oltre ai cantieri, il Consorzio è impegnato a rispondere alle chiamate dei cittadini-sentinella per fuoriuscite d’acqua e taglio dell’erba. Nonostante la preoccupante stagione siccitosa, è sempre stata garantita acqua per l’irrigazione alle aziende del territorio. Nello specifico, l’irrigazione a scorrimento – utilizzata prevalentemente per innaffiare gli orti – e quella a pioggia – utilizzata dalle aziende agricole – non hanno avuto alcuna difficoltà di approvvigionamento idrico».

I commenti sono chiusi.