Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 17 ottobre - Aggiornato alle 23:41

Caccia al cinghiale, in Umbria si va verso tre giornate ad hoc per il contenimento: «Situazione preoccupante»

Dopo il tavolo con il mondo agricolo proposta per modificare il calendario: possibili interventi di contenimento il 23, 26 e 30 settembre. Atteso via libera dell’Ispra

Un branco di cinghiali (foto U24)

di Daniele Bovi

A poche ora dal via della stagione venatoria, fissato per domenica, la giunta regionale propone di integrare il calendario dando la possibilità, per tre giorni, di sparare ai cinghiali. Per questa specie il via è previsto il 3 ottobre ma giorni fa, nelle stanze della Regione, è risuonato nuovamente l’allarme a proposito dei danni provocati dai cinghiali. Il tema è stato al centro del tavolo tecnico predisposto ad hoc, nel corso del quale le associazioni del mondo agricolo hanno segnalato «una situazione emergenziale particolarmente preoccupante, nonostante tutte le procedure e le attività di prevenzione e controllo messe in atto finora».

CACCIA AL VIA: «CALENDARIO AL RIPARO DI INUTILI RICORSI»

Controlli limitati Una situazione probabilmente derivata anche dal fatto che, a causa delle restrizioni messe in atto per il contenimento del nuovo coronavirus, nell’ultimo anno le attività di controllo della specie sono state necessariamente limitate. E così, mentre si moltiplicano le segnalazioni di danni, la Regione ha preadottato la delibera in cui si propongono, come giornate ad hoc per il contenimento, quelle di giovedì 23, domenica 26 e giovedì 30 settembre. L’ultima parola spetterà all’Ispra (l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) che dovrà emettere il necessario parere, e lo stesso dovrà fare la commissione consiliare competente. «La delibera – spiega a Umbria24 l’assessore Roberto Morroni – l’abbiamo adottata per dare la possibilità di cacciare in braccata invece che solo in girata, modalità quest’ultima meno efficace».

CACCIA, FALSO COMUNICATO DI REGIONI E ASSOCIAZIONI

Questura Intanto in occasione dell’apertura della stagione venatoria, la questura di Perugia comunica che sabato, dalle 9 alle 12, ci sarà l’apertura straordinaria della Divisione di polizia amministrativa e sociale al fine di consentire dallo sportello il ritiro delle licenze di caccia già pronte.

Correzione del redattore: questo articolo, pubblicato alle 13 di venerdì 17 settembre, è stato aggiornato alle 17 con la specificazione che sulla proposta di modifica del calendario è atteso il via libera dell’Ispra.

wTwitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.