mercoledì 16 ottobre - Aggiornato alle 17:17

Cascata delle Marmore, c’è l’aggiudicazione provvisoria: Vivaticket ora corre in solitaria

Il gruppo nazionale di ticketing davanti alle altre contendenti. Alis: «Nessuna impresa ternana neanche su Carsulae»

Arriva l’aggiudicazione provvisoria del bando per la gestione della Cascata delle Marmore e del sito archeologico di Carsulae: mercoledì mattina in Comune l’apertura delle buste che ha visto prevalere Vivaticket (che questa volta correva da sola rispetto al raggruppamento temporaneo di imprese che attualmente è al lavoro sul sito della Valnerina) rispetto a Alis, CoopCulture, Zoe e Gebart. Ora l’aggiudicazione, che ha un valore di 1.771.827 euro, dovrà passare ancora per altre verifiche prima dell’aggiudicazione definitiva.

Alis Sulla questione interviene Stefano Notari, presidente di Coopsociale Alis, capofila dell’Ati con Coopsociale Actl e Let’s travel s.r.l. «Ci fa molto piacere che la nostra offerta progettuale sia stata considerata la migliore con il massimo del punteggio, ovvero 70 punti, al confronto con due grandi colossi nazionali nel campo del ticketing come Vivaticket e CoopCulture. Questo, a testimonianza inequivocabile del valore dei progettisti, tutti ternani, delle nostre cooperative. Prendiamo atto del consistente ribasso fatto da Vivaticket, ribasso che ha consentito all’azienda di vincere provvisoriamente la gara. Ci auguriamo che tale ribasso non si riverberi né sul monte ore dei lavoratori, già in questi mesi fortemente ridimensionato, e ciò attiene sia al sito della Cascata delle Marmore e sia, in prospettiva, all’Area Archeologica di Carsulae e né sull’erogazione dei Servizi verso i turisti. In generale, manifesto rammarico perché per i prossimi anni non vi sarà alcuna impresa ternana nella gestione dei siti turistici più importante della nostra città».

I commenti sono chiusi.