Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 03:00

Capitale verde europea, Perugia non ci riprova subito: Cagliari unica italiana per il 2023

Dopo il tentativo andato a vuoto lo scorso anno il capoluogo umbro non è tra le 16 candidate. Numerini: «Ci saremo l’anno prossimo»

La proclamazione di Lahti Capitale verde europea 2021

di Iv. Por.

Perugia non ritenta subito l’avventura di diventare Capitale verde europea. È stato infatti ufficializzato il lotto di città in corsa per il prestigioso titolo del 2023 e anche per un assegno da 350 mila euro. Unica italiana in lizza è Cagliari. Perugia aveva provato a candidarsi per la European Green Capital 2022, ma non era rientrata nella shortlist (Torino, Dijon, Grenoble e Tallin) da cui poi è stata scelta la francese Grenoble.

Numerini: «Ritentiamo nel 2024»  «Quest’anno – dice l’assessore all’Ambiente Otello Numerini a Umbria24 – non ci siamo presentati per la situazione difficile della pandemia e per il cambio di dirigente (Vincenzo Piro, grande protagonista del primo dossier, è andato in pensione, ndr). Ma vogliamo affinare e perfezionare alcuni progetti e ritentare l’anno prossimo. Saltare un’edizione non pregiudica il lavoro sul dossier, ci dà solo più tempo per essere competitivi».

Il primo tentativo La corsa di Perugia era partita nel 2019 con l’ex assessore Urbano Barelli e, appunto, il dirigente Piro. Il ricco dossier era stato sottoposto a Bruxelles, senza però esito. Va comunque detto che, usualmente, il percorso di vittoria richiede diversi anni. E infatti, lo scorso anno l’assessore all’Ambiente Otello Numerini aveva dichiarato: «Era la prima volta per la nostra città e, ben sapendo che nessuna città ha mai vinto alla prima partecipazione, si era comunque tentato, nella consapevolezza di poter sviluppare una positiva esperienza, consci anche dell’alto valore delle città in competizione». E ringraziando quanto avevano contribuito al dossier, aveva prospettato: «Potranno essere individuati nuovi progetti e ulteriori azioni volti a migliorare l’ambiente del Comune di Perugia e a rendere la nostra candidatura a Capitale Verde d’Europa 2023 ancora più ambiziosa». Poi è arrivato il Covid e si è fatta, evidentemente, la scelta di attendere.

Chi è in gara Ecco le 16 città in corsa per il 2023: Belgrado, Serbia; Cagliari, Italia; Dublino, Irlanda; Gaziantep, Turchia; Gdańsk, Polonia; Helsingborg, Svezia; İzmir, Turchia; Košice, Slovacchia; Krakow, Polonia; Logroño, Spagna; Rzeszów, Polonia; Skopje, Nord Macedonia; Sofia, Bulgaria; Tallinn, Estonia; Warsaw, Polonia; Zagabria, Croazia.

I commenti sono chiusi.