martedì 21 novembre - Aggiornato alle 03:38

Terni, laghetto del Caos verde e pieno di rifiuti: Earth lancia l’allarme

L’associazione per la tutela di animali e ambiente chiede la bonifica

Non è la prima volta che il laghetto del Centro arti opificio Siri (Caos) nei pressi del teatro Secci di Terni viene segnalato non certo per la presenza di acque cristalline, ma perché tende sempre di più a somigliare a uno stagno; e se la manutenzione non è puntuale, chiaro è che l’inciviltà non aiuta.

Laghetto del Caos A denunciare la presenza di rifiuti che galleggiano su acqua putrida, mentre qualche specie animale tenta di sopravvivere in quelle condizioni, stavolta è l’associazione Earth Umbria, che si occupa di tutela ambientale: «La situazione – tuonano i rappresentanti Earth – è vergognosa. C’è urgenza di procedere alla bonifica completa dell’acqua sempre più somigliante ad una fanghiglia insalubre. In un piazzale pubblico, frequentato da bambini e genitori, è giusto tenere una struttura, in questo caso un laghetto artificiale, con acqua putrida e stagnante? In questo laghetto viene fatta manutenzione?»

Comune di Terni Ai tempi dell’assessore Armillei, lo stesso rispondendo al Cinque stelle Pasculli aveva puntualizzato che gli obblighi di manutenzione ordinaria spettano al gestore del Caos, per il resto la competenza è Comunale. Il laghetto – aveva sottolineato l’ormai ex assessore alla Cultura – viene purtroppo utilizzato come spazio acquatico di destinazione per pesci rossi, tartarughe e altre specie faunistiche, dalle famiglie che vogliono probabilmente disfarsi dei propri animali domestici». Evidentemente la situazione è rimasta irrisolta e ciclicamente si ripresenta il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *